4 rimedi presi in prestito dalla nonna per calmare il raffreddore da fieno


Essendo il polline allergenico, molte persone possono soffrire di raffreddore da fieno in diversi periodi dell'anno, in particolare quando ritorna la primavera e alberi e arbusti rilasciano questa sostanza nell'aria da marzo a giugno. Con i cambiamenti climatici il periodo di produzione dei pollini è molto più lungo, cosa che allo stesso tempo allunga nel tempo i periodi di allergia. Quella che chiamiamo anche rinite stagionale si accompagna a un peggioramento dell'asma in chi ne soffre, occhi rossi che si gonfiano e prudono, naso congestionato che cola e prude oltre a starnuti e gola che si gratta. Ecco 4 rimedi per alleviare alcuni di questi sintomi.

A fine articolo ve ne diamo anche alcuni consigli di 'sopravvivenza' per superare meglio questo periodo e ridurre la comparsa dei sintomi.

1) Camomilla

Crediti: congerdesign / Pixabay

Grazie alla sua camomilla, la camomilla è spesso considerata un rimedio naturale per alleviare i sintomi dell'allergia ai pollini proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e antistaminiche. Essendo un’erba dalle proprietà calmanti, la camomilla può aiutare ridurre prurito, starnuti e infiammazione associato a reazioni allergiche. Bere camomilla o usare tamponi di camomilla sulla pelle può fornire un sollievo temporaneo alle persone con allergie ai pollini.

Anche gli occhi possono soffrire molto durante i periodi di raffreddore da fieno. Per lenire gli occhi rossi irritati e calmare gli occhi pieni di lacrime, potete preparare un semplice infuso con fiori di camomilla e imbibirvi degli impacchi o dei dischetti di cotone da lasciare applicati sugli occhi per venti minuti. È davvero bello!

2) Tu, limone

Crediti: iStock

Anzi, spesso lo lodiamo proprietà disintossicanti e il suo potenziale per alleviare i sintomi delle allergie ai pollini. Come fonte naturale di vitamina C e antiossidanti, il limone può rafforzare il sistema immunitario et ridurre l’infiammazione associata alle reazioni allergiche. Bere acqua tiepida con succo di limone fresco può aiutare a liberare le vie respiratorie e lenire il mal di gola causato dalle allergie. Alcune gocce del succo fresco di questo alimento ti permetteranno anche di beneficiare della sua ricchezza di vitamina C e flavonoidi antiallergici. Per fare questo, non c'è niente di più semplice: metti qualche goccia direttamente nelle narici e fai respiri lunghi e profondi!

READ  Mickaël Mawem presente alla prima Coppa del Mondo della stagione in Cina

3) Ortica

Crediti: iStock

Spesso abbiamo una visione negativa di questa pianta perché pizzica. Tuttavia, è un potente antistaminico e antinfiammatorio naturale, due proprietà benefiche ideali in caso di allergia ai pollini. Questa pianta contiene infatti composti bioattivi come la quercetina e l'acido caffeico che possono aiutare bloccare il rilascio di istamina, riducendo così i sintomi allergici come starnuti, prurito e infiammazione. Consumata sotto forma di tisana o integratore alimentare, l'ortica può contribuire ad alleviare i sintomi delle allergie stagionali.

Per preparare una semplice tisana utilizzare 2 g di ortica (due cucchiaini) e 150 ml di acqua bollita. Lasciare poi in infusione per dieci minuti buoni prima di filtrare e bere. Tre tazze al giorno forniranno un sollievo efficace e prevengono gli starnuti associati alla febbre da fieno.

4) Aceto di mele abbinato al miele contro il raffreddore da fieno

Crediti: wicherek / Pixabay

L'aceto di mele è talvolta considerato un rimedio naturale per le allergie ai pollini grazie alla sua proprietà antisettiche e antinfiammatorie. Si dice che il suo consumo regolare possa aiutare liberare le vie respiratorie, ridurre l'infiammazione e rafforzare il sistema immunitario, che può potenzialmente alleviare i sintomi allergici come starnuti e prurito. Effettuare una preparazione a base di 120 ml di acqua con due cucchiaini di aceto di sidro e un cucchiaino di miele. Bevi questa miscela ad ogni pasto ogni giorno. Non è solo un buon rimedio per prevenire la rinite allergica, ma anche quando è già presente e si vuole affrontarla senza compromessi.

Alcuni consigli di sopravvivenza per chi soffre di raffreddore da fieno

rinite allergica febbre da fieno pollini allergia ai pollini
Crediti: iStock

In caso di rinite allergica stagionale legata ai pollini allergenici, esistono alcuni semplici consigli e accorgimenti quotidiani per alleviare i sintomi, evitare reazioni allergiche e limitare sintomi molto spiacevoli. Limitando i piccoli errori e adottando buone abitudinipotrai mantenere il massimo comfort!

Informatevi con attenzione per evitare spiacevoli sorprese

Controlla regolarmente le previsioni locali sui pollini su questo sito per sapere quando i livelli di polline sono più alti. Se possibile, evita di trascorrere del tempo all'aperto in questi orari (come la mattina presto o la sera tardi) e pianifica le tue attività di conseguenza ogni volta che puoi. Durante i picchi della stagione dei pollini, tieni chiuse anche le finestre di casa tua per evitare che il polline entri all'interno.

Proteggiti il ​​più possibile dal raffreddore da fieno

Trasportare occhiali da sole quando esci per proteggere gli occhi dal polline. Questo eviterà che irriti troppo gli occhi quando uscirà. Quando devi stare all'aperto durante periodi di elevata concentrazione di pollini, indossa anche una maschera per il viso per filtrare l'aria che respiri e riduci l'esposizione ai pollini.

READ  A suo vantaggio durante Monaco-Rennes, Stéphanie Frappart si è ripresa bene

Buone abitudini contro la rinite allergica al rientro a casa

Dopo essere uscito, sciacquare i capelli con acqua e lavarsi il viso per rimuovere il polline che potrebbe essersi accumulato lì. Prendi un fare la doccia prima di andare a letto per rimuovere il polline attaccato al tuo corpo ed evitare così di trasferirlo sulla tua biancheria da letto o in qualsiasi parte della casa. Quando torni a casa, cambiati anche i vestiti per evitare di trasferire polline all'interno della vostra casa. Idealmente, lavare gli indumenti indossati all'aperto per rimuovere eventuali residui di polline. Infine, usa un balsamo nasale o uno spray salino per pulire i passaggi nasali. Calmeranno infatti l'irritazione nasale causata dai pollini e ridurranno l'infiammazione.

Mantenere adeguatamente la casa contro la febbre da fieno

Durante la stagione dei pollini, evitare di asciugare il bucato all'aperto. Potrebbe infatti ritrovarsi esposto al polline. Quindi, usa invece un'asciugatrice o uno stendino tenuto in casa. Inoltre, aspira e spolvera regolarmente la tua casa per rimuovere il polline potenzialmente accumulato all'interno. Utilizzare qui un aspirapolvere dotato di filtro HEPA per una maggiore efficienza. Puoi anche investire in a purificatore d'aria con filtro HEPA per eliminare le particelle di polline presenti nell'aria della tua casa. Questo ti aiuterà a respirare meglio se la tua allergia è grave! Infine, optare per prodotti per la pulizia ipoallergenici e senza profumo per ridurre il rischio di irritazione causata da sostanze chimiche.

Se i sintomi dell'allergia ai pollini sono gravi o non migliorano nonostante questi suggerimenti e soluzioni naturali o nonostante l'assunzione di farmaci da banco in farmacia, consulta un allergologo per discutere le opzioni di trattamento. Questo operatore sanitario sarà in grado di consigliarti su altri farmaci antistaminici o immunoterapia. Inoltre, non esitate a chiedere consiglio al vostro farmacista o a consultare il vostro medico. Non restare con il tuo disagio!



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *