5 consigli per una tisana al CBD efficace e potente


Chiamato più semplicemente CBD, il cannabidiolo è una sostanza in ascesa ormai da diversi anni. Dalla pianta Cannabis sativa, questa componente non psicotropa brilla infatti per le sue numerose virtù terapeutiche. È particolarmente apprezzato per il suo effetto rilassante, che gli permette di ridurre lo stress, l'ansia e il dolore cronico. Può anche favorire il sonno quando si soffre di insonnia, il che ha contribuito alla sua divulgazione. E sebbene esista in molte forme, gli utenti in cerca di benessere tendono ad apprezzarne l'uso sotto forma di infuso. Possiamo infatti aggiungere qualche goccia di olio di CBD nella tua tazza abituale oppure prepara un infuso a base di canapa. Tuttavia, per ottimizzare l'utilizzo di questo prodotto, è necessario seguire alcune regole. Ecco tutti i nostri consigli per rendere la tua tisana al CBD un successo e ottimizzarne gli effetti senza rischi.

1) Scegli CBD di qualità per la tua tisana

I prodotti a base di CBD stanno spuntando ovunque nei negozi e su Internet. Tuttavia, non tutti sono della stessa qualità. Dovresti quindi scegliere attentamente il tuo cannabidiolo. Innanzitutto vi consigliamo di interessarvi al produttore e al luogo di coltivazione. Un prodotto coltivato e raccolto in Francia o in Europa soddisferà specifiche più esigenti, tutte con migliore tracciabilità. Optare anche per a prodotto organico ed esente da solventi, e quindi senza prodotti chimici. Preferire anche i cosiddetti prodotti ad ampio spettro o a spettro completo, preferibilmente testati in laboratorio.

Inoltre, non esitate a farlo leggere attentamente le recensioni dei clienti prima di acquistare da a Negozio CBD per assicurarci che si tratti di un marchio serio e rispettabile con un buon servizio clienti.

READ  Nîmes e Limoges lottano per l'Europa, Digione vicino alla D2
olio di CBD cannabidiolo
Crediti: iStock

2) Aggiungere un grasso alla tisana al CBD: fortemente consigliato

Il CBD è insolubile e liposolubile. Pertanto, per aiutarlo a diffondersi bene nell'acqua, è necessario abbinatelo necessariamente ad un grasso a vostra scelta. Se non utilizzi olio di CBD, puoi quindi valutare di aggiungere una sostanza grassa come latte intero animale o anche latte vegetale a seconda delle tue preferenze e della tua dieta. Può essere adatto anche l'uso di grassi saturi come burro non salato o burro di cacao favorire l'assorbimento della molecola. Un altro buon supporto è l’olio di cocco, adatto ai consumatori che limitano o evitano i prodotti di origine animale e che offre anche un gusto delicato. Infine, pensa all’olio d’oliva per il suo apporto di antiossidanti.

3) Per un buon gusto cosa si può aggiungere?

Per migliorare il sapore della bevanda e conferire un effetto dolcificante, nulla vieta di utilizzare sciroppo d'acero o miele. Finché aggiungi grasso, lo sei libero di usare quello che vuoi per migliorare il gusto della bevanda. E, naturalmente, nulla ti impedisce di preparare un infuso a base di piante, agrumi o spezie che ti piacciono (camomilla, menta, cannella, zenzero, verbena, tè verde, lavanda, limone, ecc.) e poi aggiungere olio di CBD per massimizzare tutti i vantaggi. IL possibilità di personalizzazione sono il grande vantaggio con il consumo di CBD!

PIANGE IL CBD
Crediti: iStock

4) Come preparare la tisana al CBD perfetta?

Qui devi solo raccogliere tutti i tuoi ingredienti e aggiungerli a a acqua bollente, ma non bollente (tra 70°C e 85°C) per estrarre i componenti del CBD senza degradarli. Se opti per l'olio di CBD, scalda l'acqua e aggiungi l'infuso che preferisci, un cucchiaio di grasso e le gocce di cannabidiolo seguendo il dosaggio indicato dal produttore. Se opti per la canapa macinata o il fiore di CBD, conta da 0,5 a 1 g per l'infuso secondo i consigli del venditore e le vostre esigenze, un cucchiaio di grasso oltre eventualmente ad un altro infuso e un dolcificante a vostra scelta per migliorare il sapore della bevanda. Lasciare in infusione per 10-15 minuti prima di filtrare se necessario e gustare caldo.

READ  Eduardo Camavinga dopo Real-City: “La mia occasione? Ovviamente è incorniciato”

5) Quante tazze al giorno e quando?

Gli effetti collaterali sono piuttosto rari. Tuttavia, ciò dipenderà dalla tolleranza di ogni persona a questa molecola e soprattutto dalla quantità ingerita. Se consumi il CBD solo come tisana, potresti prenderlo in considerazione consumarne due o anche tre tazze al giorno. Tuttavia, se lo consumi in altre forme (fiori da fumare, resina, e-liquid da svapare o anche integratori alimentari), è meglio limitatevi ad una tazza per evitare eccessi. Se si verificano effetti avversi (problemi digestivi, mal di testa, vertigini, sonnolenza, ecc.), ridurre e distanziare le dosi per trova il dosaggio adatto a te. Non esitate a iniziare in piccolo e ad aumentare se necessario in seguito.

Tè al CBD tisana cannabis sativa infuso di cannabidiolo naturale
Crediti: iStock

Per quanto riguarda il momento ideale per preparare un infuso al CBD, potete consumarlo al mattino, prima o dopo lo sport o anche la sera per un effetto rilassante contro i disturbi del sonno. Tieni presente in tutti i casi che lo è vietato guidare sotto l'effetto del CBD e che può risultare in un test su strada positivo per il THC. Quindi prova a farlodistanziare il consumo di cannabidiolo e la guida di circa sette ore.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *