6 consigli pratici che forse non conosci


Le uova sono un alimento base, immancabili nelle nostre ricette salate così come nella nostra pasticceria e nei dessert. Si tratta però di alimenti piuttosto fragili che devono essere utilizzati con cautela. Ecco 6 consigli pratici che forse non conosci già per conservare e utilizzare al meglio le tue uova!

1) Come pulire un uovo quando è macchiato?

La tentazione è grande di voler lavare il guscio quando su di esso si vedono tracce di un dubbio colore marrone. Tuttavia, potresti sapere che il risciacquo con acqua lo è sconsigliato a causa della porosità dell'uovo : l'acqua distruggerebbe la pellicola protettiva del guscio e ne pregiudicherebbe la conservazione. Se questo sporco ti dà davvero fastidio, strofinalo delicatamente con un panno asciutto per rimuovere il peggio.

2) Un consiglio per conservare più a lungo gli ovuli?

Crediti: PxHere

Non si tratta di mantenerli a tempo indeterminato! Bisogna assicurati che le uova siano fresche per usarli nelle migliori condizioni culinarie (e per la nostra salute). Adesso lo sappiamo tutti l'uovo non deve essere messo in frigorifero e ancor meno sulla porta di casa dove le temperature variano, ma pochi conoscono l'insolito trucco in cui consiste utilizzare un tocco molto sottile di olio chiudere i suoi pori per limitarne l'alterazione e l'evacuazione del suo contenuto. Per fare questo, applica un po' di olio commestibile che non irrancidisca facilmente (come l'olio di girasole) o bagnalo in un bagno d'olio tiepido.

READ  Delphine Delrue e Thom Gicquel nella finale mista agli Europei

3) Come riconoscere e differenziare le uova crude da quelle cotte: due semplici consigli

uova sode
Crediti: Pixabay/CongerDesign

Hai cucinato le uova sode ma non riesci a riconoscerle? Invece di romperli col rischio di avere una brutta sorpresa, prova questo metodo: delicatamente, con la mano, girare le uova su se stesse. A causa del suo contenuto liquido, un uovo crudo tenderà a girare lentamente e continuerà a muoversi e a incresparsi leggermente quando viene fermato con un dito. Al contrario, l'uovo sodo gira molto velocemente e si fermerà immediatamente una volta fermato. In effetti, il suo baricentro è più stabile. Per la prossima volta, non esitate a farlo segna le tue uova o per metterne alcuni gocce di colorante naturale in acqua. In questo modo il guscio si colorerà e potrete distinguere meglio quali sono cotti!

4) Cosa fare con l'albume o il tuorlo non utilizzato?

Tuorlo d'uovo
Crediti: ponce_photography / Pixabay

Te ne serve solo uno per una ricetta e l'altro ti resta tra le mani? Non si tratta di buttarlo via, perché lo è possibile utilizzare tutte le parti dell'uovo. IL il bianco può essere congelato. Inoltre puoi preparare un dolce meraviglioso per accompagnare un pasto trasformandolo in una meringa o in un'isola galleggiante. Puoi anche provare deliziose preparazioni come marshmallow, financiers, lingue di gatto, amaretti o congolesi per uno spuntino e per accompagnare il caffè! E se hai voglia di coccolarti, optare per una maschera lifting fatta in casa. Inoltre, scacciare i pori dilatati oppure preparare una maschera rigenerante per capelli.

I tuorli possono esserlo aggiunto a una purea o per aiutarti a preparare salse : Salsa olandese, maionese o anche crema pasticcera sono tutte le possibilità a tua disposizione. Non dimentichiamo che sono fondamentali nella carbonara e che possono aiutarvi a dorare bene i cibi che mettete in forno (sfoglie, brioche, ecc.). Infine, a livello estetico, possono aiutarti a lisciare i capelli o a offrire loro un trattamento ultra proteico.

READ  Agganciato dal Le Havre, il Lens non riesce ancora a farcela in Ligue 1

5) Puoi congelare le uova con i giusti consigli!

Crediti: Flickr/François Schnell

A volte puoi congelare cibi a cui non avevi pensato. Il congelamento consente di conservare le uova per diversi mesi. Tuttavia, come qualsiasi alimento, può cambiare leggermente la consistenza a causa dei cristalli d'acqua che si insinuano al suo interno. quindi non puoi lasciarli lì per sempre. Ciò rimane vantaggioso per la risoluzione dei problemi e per evitare sprechi. E sarà ovviamente fuori discussione ricongelarli dopo averli scongelati!

Meglio quindi prendere alcuni accorgimenti preliminari come frullarlo prima di congelarlo per evitare che si formino grumi. Per combattere l'effetto gelatinoso e denso che può comparire anche con il passare del tempo, aggiungete 2 g di sale o 15 ml di sciroppo di mais per 250 ml di uova sbattute a seconda delle preparazioni che intendete realizzare con esse in seguito (dolci o salate). Se congeli solo il tuorlo, conta 0,5 g di sale o 7 ml di sciroppo di mais (o 7 g di zucchero) per 50 ml di uovo. Inoltre, per scongelare l'uovo, mettetelo in frigorifero per qualche ora.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *