7 consigli intelligenti per la manutenzione della carta da parati


Optare per la carta da parati significa garantire la massima personalizzazione delle proprie pareti grazie a colori, fantasie e texture elaborate. Che ti piacciano le pareti semplici o un po' più eccentriche, troverai facilmente delle scelte. Dal punto di vista del prezzo, tutto dipende da cosa scegli (carta da parati in tessuto non tessuto, carta da parati in vinile, ecc.). Il prezzo del rivestimento murale può variare da singolo a doppio. Tuttavia, almeno dopo aver tappezzato, siamo calmi per molto tempo. Il problema è che non sempre sappiamo come prendersene cura e come rimuovere le piccole macchie quotidiane che compaiono su di esso. Quindi, come pulire la carta da parati macchiata senza danneggiarla? Per fortuna la nonna conosce tanti trucchi!

1) Fai i passi giusti per pulire la tua carta da parati

Se hai deciso di fare un lavaggio completo e non limitarti a trattare qualche macchia qua e là, pensaci bene procedere dall'alto verso il basso ! Questo perché lo sporco potrebbe lasciare aloni verso il basso che rovinerebbero il tuo lavoro se non sei organizzato. Questo è un promemoria di base molto importante!

2) Spolverare l'arazzo

Su di esso si attacca la polvere e prima di effettuare qualsiasi pulizia, iniziare rimuovendola tutta. Bagnato rischia di risultare fastidioso, da qui l'importanza spolverare sempre prima della pulizia (e non solo per la carta da parati!). Per la tecnica dello spolvero potete optare per quella che vi sembra più rapida e pratica: panno, spolverino, ecc. Per la paglia o la carta giapponese, invece, la tecnica migliore è quella di utilizzare un phon impostato sull'aria fredda.

READ  Contro il Rennes, Desler fuori col Tolosa, Sierra squalificato

3) Come pulire la carta da parati lavabile

Quelli sono sfondi che non temono l'acqua. Questi rivestimenti sono quindi ovviamente più facili da manutenere rispetto ai loro omologhi! Al momento dell'acquisto è importante informarsi se si acquistano rulli lavabili. Questo deve essere scritto sulla confezione. Per pulirli avete la scelta delle armi: acqua con aceto bianco, acqua saponata, acqua e detersivo, cristalli di acqua e soda… Passare sulla parete una spugna imbevuta della soluzione scelta, risciacquare se necessario e lasciare asciugare. Su carta non lavabile preferiamo sempre un panno leggermente inumidito.

4) Su carta da parati vinilica non tessuta

È molto apprezzato per la sua forza: per strapparlo bisogna andare! Inoltre, non teme troppa umidità. Per pulirlo utilizzare acqua mista a detersivo per piatti ed una spugna ben strizzata e con movimenti delicati. Questo dovrebbe bastare.

5) Su carta paglia o giapponese

In generale, a spugna bagnata è più che sufficiente per effettuare la loro manutenzione. Se vuoi rinfrescarlo, puoi anche usare un panno imbevuto con un po' di succo di limone… funziona a meraviglia!

6) Come smacchiare la carta non lavabile?

Sulla carta lavabile abbiamo visto che è possibile utilizzare un panno umido o una spugna, ma non tutte le carte da parati lo supportano. Per rimuovere le macchie, considera la gomma da cancellare che può rimuovere molti segni fastidiosi. Un altro consiglio ancora più sorprendente è quello di utilizzare… il pangrattato! Lo arrotoliamo con cura in una palla e lo usiamo per strofinare le macchie e assorbirle. È particolarmente indicato su macchie di grasso o muffe. E, naturalmente, non danneggia la carta.

READ  Video in diretta della conferenza stampa dell'OM

7) E per pulire i segni dei radiatori?

In questo caso ciò che funziona meglio è la prevenzione. Ti consigliamo vivamente di pulire regolarmente il radiatore con un panno umido. Ti abbiamo dato tutto suggerimenti per pulire e sbiancare i radiatori qui. È anche possibile proteggere il muro con una vernice incolore. Dopodiché la manutenzione sarà un gioco da ragazzi con una semplice passata di spugna!



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *