A Bordeaux, al termine della stagione di Ligue 2, un brunch, i risultati e il messaggio di Gérard Lopez



In seguito al loro successo contro il Pau (3-2), i Girondini si erano dati appuntamento questo sabato mattina per un brunch prima della grande partenza per le vacanze. È stata fatta una revisione della stagione e, prevedibilmente, non è andata bene. Il Bordeaux ha concluso l'esercizio al 12° postomolto lontano dagli obiettivi di salita mostrati ad inizio stagione.

Molto critico nei confronti del gruppo, il direttore sportivo Admar Lopes ha riferito il messaggio del presidente e proprietario del club, Gérard Lopez, che era ancora una volta assente venerdì sera. Secondo diversi testimoni avrebbe detto, in sostanza, che non avrebbe più messo mano in tasca per rivivere una stagione come quella appena trascorsa e che c'erano da aspettarsi molti cambiamenti. L'imprenditore ispano-lussemburghese avrebbe anche assicurato che avrebbe assunto il suo ruolo e che si sarebbe trovata una soluzione prima di presentarsi davanti alla DNCG il 19 giugno. Tra i giocatori è intervenuto solo Vital Nsimba affermando che la responsabilità del fiasco del Bordeaux è soprattutto dei giocatori.

“GL: portare il club al disastro ogni stagione per salvarlo non fa di te il messia”

Uno stendardo degli Ultramarine

READ  Arne Slot conferma che succederà a Jürgen Klopp sulla panchina del Liverpool

Da gennaio Lopez ha rimesso nelle casse quasi 10 milioni di euro per completare la stagione, e diversi membri del club immaginano che non l'avrebbe fatto se non avesse avuto la certezza che il club potrà ripartire l'anno prossimo. Dopo aver rimpinguato le casse per 40 milioni di euro la scorsa estate – e averne ripreso una parte nel corso della stagione – oggi ne mancherebbero quasi 50 per iniziare un'altra stagione in L2. Lopez conta su 15-20 milioni di euro di vendite quest'estate per finanziarne una parte. Sul tavolo da settembre rimarrebbe rilevante l'arrivo di un azionista di minoranza con l’obiettivo di finalizzarlo a fine maggio. In ogni caso, questo è ciò che il CEO Thomas Jacquemier avrebbe detto ad alcuni giocatori. Nel club, diverse persone restano incredule riguardo alla possibilità di superare senza problemi il DNCG in prima istanza…

Venerdì gli Ultramarines si sono dissociati da Lopez attraverso uno striscione che il proprietario del Bordeaux avrebbe preso malissimo. “GL: portare il club al disastro ogni stagione per salvarlo non fa di te il messia”. Un punto tra Lopez, il suo direttore sportivo e allenatore Albert Riera Occorrerà farlo nei prossimi giorni per iniziare a preparare la prossima esercitazione, valutando le esigenze della forza lavoro, degli arrivi e delle partenze. Riera prenderebbe in considerazione una decina di giocatori per poter affrontare la scalata l'anno prossimo. Per il momento il Bordeaux naviga ancora a vista.

READ  Jalen Brunson e Bojan Bogdanovic sono stati operati



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *