Adrien Rabiot prima di Spagna-Francia: “Siamo dietro Antoine e Kylian”



“Come giudichi l’evoluzione del calcio spagnolo?
Siamo unanimi nel dire che è la squadra che gioca meglio, che ha il possesso palla. È una squadra completa con i suoi punti di forza e di debolezza. Siamo fiduciosi, sappiamo cosa fare. E’ una squadra che ha bisogno di muoversi, gli avversari la lasciano giocare tanto. Bisognerà vedere come giocheranno perché spesso le squadre cambiano gioco quando affrontano la Francia.

Youssouf Fofana parlava nei giorni scorsi della vittoria collettiva di Can You Go to End Kylian Mbappé e Antoine Griezmann in scarsa forma ?
Abbiamo sempre messo in risalto il collettivo nelle ultime gare e anche in questa. Anche se abbiamo giocatori dentro, siamo in semifinale con un torneo molto importante. Questo collettivo è più forte degli individui. Antoine e Kylian sono un po’ meno freschi, è vero. Questi sono i giocatori che possono sbloccare una situazione in qualsiasi momento. Ne avremo bisogno (…) Siamo tutti sorpresi quando conosciamo le qualità di Antoine. Non so come spiegarlo, forse non sta bene fisicamente. Ma siamo dietro ciascuno dei nostri giocatori.

“L’allenatore sta cercando di coprire le sue tracce. Siamo giocatori di altissimo livello e stiamo cercando di adattarci”

READ  Gli Europei, ultima prova prima delle Olimpiadi per Laurin e Wiet-Hénin

Didier Deschamps e Guy Stéphan ricordano spesso che la sconfitta nella finale del 2016 ci ha permesso di vincere nel 2018. In che modo la sconfitta del 2022 ha decuplicato la voglia?
Questa finale persa è stata importante. Lo è ancora. Siamo riusciti a riprenderci da questo. Ciò che ci spinge è la competizione, vincerla. Siamo ancora qui nonostante le discussioni sulla partita. Questa finale ci è stata utile. La maggior parte dei giocatori del 2022 sono ancora lì. Questo percorso non è banale, vogliamo davvero fare qualcosa e alzare un trofeo.

Prima dei quarti di finale, Mbappé aveva detto che non stava approfondendo a causa dei centrocampisti che aveva in squadra. L’hai preso per te? E cosa ne pensi ?
Non ho ricevuto questo feedback. Perché dovrei sentirmi preso di mira? Ci sono altri giocatori con altre caratteristiche. Devi adattarti. Devi avere questa qualità. Successivamente non si discute sulla qualità dei passaggi e del gioco lungo di Paul Pogba.

L’allenatore ti sorprende con tattiche annunciate tardi, per te è difficile? Forse è più in relazione a te che in relazione a noi. E inevitabilmente ci sono danni collaterali. È difficile per l’allenatore perché le informazioni escono a malapena dopo la fine dell’allenamento. E’ un peccato per noi e anche per voi perché quando esce dà informazioni all’avversario. L’allenatore cerca di coprire le sue tracce. Siamo giocatori di altissimo livello e stiamo cercando di adattarci.

READ  Alexandre Lacazette sul suo futuro all'OL: "Vedremo a giugno"

Come ha vissuto i risultati delle elezioni legislative?
Non li abbiamo guardati insieme perché tornavamo a casa dall’allenamento. Eravamo preoccupati per questo, ma non ne abbiamo parlato più di questo. Non ne abbiamo parlato tra di noi. Molte persone furono sollevate. Ho sempre detto che politica e sport non vanno d’accordo. Dobbiamo giocare una semifinale, quindi lascerò questo da parte. Abbiamo invitato le persone a votare, poi è democrazia”.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *