Alexander Zverev al primo turno al Roland-Garros contro Rafael Nadal: “Mi ero detto che fosse uno scherzo”



“Alexander Zverev, qual è stata la tua reazione quando hai saputo che saresti andato giocare contro Rafael Nadal al primo turno del Roland-Garros?
Ero in campo ad esercitarmi con (Andréj) Rublev. Dopo l'allenamento, mio ​​fratello (Misha) me lo ha detto, mi sono detto che mi prendeva in giro, che era uno scherzo. Le cose sono quello che sono. Ad essere sincero, volevo giocare di nuovo contro Rafa, perché non volevo ricordare una partita in cui ho lasciato il campo su una sedia a rotelle (si è infortunato gravemente alla caviglia destra nel tie-break del secondo set contro Nadal, in semifinale nel 2022). Idealmente avrei ovviamente preferito giocare contro di lui più avanti nel torneo. Quest'anno lui non è testa di serie, io sì, è un sorteggio difficile per entrambi. E vedremo lunedì come andrà.

Pensi che Nadal avrebbe dovuto beneficiare di una qualche forma di protezione nel sorteggio, visti i suoi trascorsi al Roland-Garros?
Non so come lo faremmo. Penso che Novak (Djokovic) non avrei voluto giocare contro di lui, (Carlo) Nemmeno Alcaraz. Ma le cose sono quello che sono. È stato ferito. Non giocava molto a tennis. La sua classifica è quella che è. Naturalmente questa non è una situazione ideale, ma allo stesso tempo non possiamo farci nulla.

READ  Caroline Garcia, qualificata al 3° turno di Madrid: “Complessivamente soddisfatta”

Cosa significa giocare contro Nadal? È possibile mettere da parte il mito che qui ha una sua statua?
Non giochiamo contro una statua, ma contro Rafael Nadal, e penso che darà il suo miglior tennis. Spero anche che possa giocare un tennis migliore di quanto abbia mai giocato su questo campo. (Philippe-Chatrier). È arrivato al Roland-Garros senza aver vinto, né Madrid, né Roma, né Monte-Carlo. E questo è già stato così in passato. Ci siamo detti: « Ecco, non ha giocato. » eppure è arrivato e ha dominato l'intero torneo. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *