Alexander Zverev, vincitore a Roma: “Posso sognare ancora”



« Sei sorpreso dalla qualità del tuo servizio, con cinque punti persi sul tuo impegno, cosa che sulla terra rossa non accade quasi mai…
Alexander Zverev, vincitore del torneo di Roma domenica, contro Nicolas Jarry (6-4, 7-5) : Per me questo accade più spesso sulla terra battuta che sull'erba. (sorriso). Ho giocato bene tutta la settimana, dal primo punto del girone d'andata fino alla finale. Sono ovviamente molto contento di come sono andate le cose.

Ho avuto qualche difficoltà durante le semifinali (contro Tabilo), ma sono riuscito a venirne fuori. Oggi ho fatto un'ottima prestazione. Il modo in cui Jarry ha battuto i suoi avversari, anche il tipo di avversari che ha battuto, dimostra che è assolutamente in fiamme. Ho dovuto neutralizzarlo. Dovevo anche padroneggiare il suo servizio…

Hai già vinto qui nel 2017. Qual è il titolo che conta di più?
È molto diverso, perché la prima vittoria è sempre speciale. Quando ero giovane, ero molto fiducioso. Mi sono detto che prima o poi sarebbe arrivato. Dopo l'infortunio di Roland nel 2022, non ne ero più così sicuro. Questo titolo è speciale perché mi dimostra che posso vincere ancora questo tipo di torneo. Sono al livello in cui voglio essere. Andando avanti, posso sognare di nuovo. Questo è ciò che mi porta questa settimana.

READ  "Ho imparato molto", ricorda Samir Bellahcene (Kiel) dopo il 3° posto in Champions League

« Quando non gioco bene posso perdere contro chiunque, ma quando gioco bene so che posso battere chiunque »

Visti i dubbi sugli altri big, pensi di avere qualche possibilità al Roland Garros per il primo titolo Slam?
L'ho detto tante volte e lo ripeto: sono uno che sa che quando non gioco bene posso perdere con chiunque, ma quando gioco bene so che posso battere chiunque. Questo è il mio stato d'animo. È così che vedo le cose.

Hai l'impressione di un conto in sospeso con il Roland-Garros, visto che è lì che ti sei infortunato alla caviglia contro Nadal?
Ho raggiunto le semifinali tre volte di seguito lì, ho giocato uno dei migliori tennis della mia vita lì prima di infortunarmi, quindi Roland è segnato nel mio calendario. Quest'anno non fa eccezione. Questo è il torneo che voglio vincere. Questo è quello che aspetto con più ansia, forse durante tutto l'anno.

Per quello ?
Perché è sulla terra battuta, tanto per cominciare. È la cosa più difficile dal punto di vista fisico. È quello di cui ho più ricordi, belli o brutti che siano. Agli US Open sì, ero a due punti dalla vittoria del titolo. Naturalmente, anche questo è degno di nota. Ma al Roland Garros ero sull’orlo della finale nel 2021. Nel 2022 ho giocato uno dei migliori tennis della mia vita. Queste cose sono sempre presenti nella mia mente. Quindi sì, è lì che voglio avere successo.

READ  Svezia e Repubblica Ceca si sono qualificate per le semifinali della Coppa del Mondo

“(Al Roland Garros) Rafa giocherà molto meglio che a Madrid e Roma. Sono sicuro « 

Cosa ti aspetti da Djokovic, Nadal, Alcaraz o Sinner lì?
Novak sarà al suo meglio. Vedrai. È come questo. Rafa giocherà molto meglio che a Madrid e Roma. Ne sono sicuro. Per gli altri due tutto dipende dalla loro salute. Se sono in salute sono due dei migliori giocatori al mondo, su questo non ci sono dubbi. Non sono nel loro corpo. Jannik ha pubblicato una foto di se stesso mentre si allena, quindi immagino che stia bene e si senta bene sul campo da tennis… »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *