Alexis Lebrun, dopo la qualificazione per la finale di doppio a Lubiana, con Simon Gauzy: “Ci siamo divertiti moltissimo al tavolo”



Due finali in due tornei sono insoliti…
Alexis Lebrun:
“Era già abbastanza pazzesco la settimana scorsa (vittoria a Zagabria) ! Anche se ci siamo allenati insieme per due settimane, rimaniamo una coppia abbastanza nuova, abbiamo pensato che saremmo venuti a questi due tornei per fare esperienza, vedere cosa dà e per avere nuove strade di lavoro in vista dei Giochi. E' più che incoraggiante… A tavola ci divertiamo, è bellissimo.

Ti metti da parte ancora una volta (nei quarti di finale) le giapponesi Togami-Shinozuka, testa di serie n°1, e in tre set (3-2 a Zagabria). Hai le chiavi per batterli, dove erano un po' più deboli questo venerdì ?
Simone Gauzy:
Penso che abbiano giocato un po' peggio. L’ultima volta che c’è stata un’intensità incredibile, ero un po’ teso. Spero che continui così ma il nostro modo di giocare è del tutto naturale, cominciamo a capire le intenzioni dell'altro, ci diamo consigli e allo stesso tempo ci concediamo la libertà, per non chiuderci in una camicia di forza.

Alexis, abbiamo avvertito una certa stanchezza durante la tua partita contro Tomokazu Harimoto (eliminato agli ottavi di finale), come sei riuscito a rimobilitarti per le due partite di doppio? Simon ti ha portato?
AL :
È la mia quarta settimana consecutiva di gare, inizia a diventare un po' lunga, ma la cosa bella di giocare con Simon è che c'è molto buon umore. Anche se siamo concentratissimi, ci divertiamo anche durante le partite e questo mi dà energia, voglia di fare bene. È quell’equilibrio tra concentrazione e divertimento.

READ  La squadra francese affronta l'orco svedese ai Mondiali

GS: Qui (GIOVEDÌ) Sono stato catastrofico, meno bravo a livello di motivazione, Alex mi ha aiutato molto, e oggi (Venerdì) Penso di aver avuto due partite molto belle. Nonostante abbia perso contro Harimoto, penso che sia orgoglioso delle sue ultime tre settimane. E anche se perdessimo in finale, avremo avuto due settimane più che incoraggianti.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *