Alla ricerca del suo allenatore, l'OM fa di Sergio Conceiçao la sua nuova priorità


Alla ricerca da diverse settimane del successore di Jean-Louis Gasset, arrivato a febbraio per finire la stagione nelle migliori condizioni, la dirigenza del Marsiglia aveva prima sognato Paulo Fonseca, l'allenatore del Lille che dovrebbe finalmente approdare al Milan. Ma un portoghese può nasconderne un altro e ora stanno lavorando per convincere Sergio Conceiçao.

Già in Ligue 1 nella stagione 2016-2017, sulla panchina del Nantes che ha saputo ribaltare in modo spettacolare, l'ex trequartista (49 anni) è ora tentato da un ritorno in Francia, che non era proprio previsto quando sono avvenuti i primi contatti.

Vinta domenica contro lo Sporting (2-1), la Coppa del Portogallo dovrebbe rimanere il suo ultimo trofeo vinto con il Porto, il suo club preferito al quale è arrivato nel 2017. « Ho preso la mia decisione »ha sussurrato dopo la vittoria parlando del suo futuro, ed è una partenza anche se di recente ha firmato un prolungamento fino al 2028. Ma è stato con Pinto Da Costa, il presidente al quale è molto legato, che si fermerà anche lì perché è André Villas-Boas che ha vinto le elezioni di aprile.

L'ex allenatore dell'OM (2019-2021) potrebbe così aiutare il suo ex club a trovare un tecnico perché Conceiçao difficilmente potrà durare al Porto senza Pinto Da Costa e ha rivisto le sue ambizioni, mentre voleva in primo luogo entrare in un club capace di vincere la Champions Lega. Aveva nel mirino il Milan, che ha quindi scelto Fonseca, oppure il Barcelona, ​​che attirerà Hansi Flick, e l'OM ha le carte in regola per sedurlo con una proposta finanziaria molto solida. Non sarebbe arrivato nell'ignoto perché lì avrebbe potuto trovare Valentin Rongier, il capitano del Marsiglia che aveva molto apprezzato quando lo aveva allenato a Nantes.

READ  Podcast “Balle Neuve” – Le montagne russe di Gracheva



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *