All’Europa manca gravemente un elemento essenziale della vita


Dati recenti raccolti dall'orbiter Juno della NASA rivelano informazioni sorprendenti sulla produzione di ossigeno di Europa, la luna gioviana. Contrariamente alle stime precedenti, sembra che questa luna produca solo circa 12 chilogrammi di ossigeno al secondo, quasi 100 volte meno di quanto inizialmente stimato. Questa scoperta ha importanti implicazioni per valutare la probabilità di trovare vita nell’oceano sotterraneo di Europa.

Una piccola luna dal grande potenziale

Il fascino degli astrobiologi per Europa, uno dei satelliti di Giove, si basa principalmente su due fattori chiave che rendono questa luna un oggetto di studio privilegiato nella ricerca di condizioni favorevoli alla vita oltre la Terra.

L’Europa è sospettata di ospitare a vasto oceano di acqua liquida sotto la sua superficie ghiacciata. Le prime speculazioni sulla presenza di questo oceano sono emerse grazie ai dati raccolti dalle missioni Voyager nel 1979, e da missioni successive, come Galileo.

La presenza di acqua liquida è fondamentale, poiché è considerata uno degli ingredienti essenziali per la vita come la conosciamo. Sulla Terra l’acqua è infatti un solvente fondamentale per numerose reazioni biochimiche ed è associata alla nascita e al mantenimento della vita.

Inoltre, Europa orbita anche all'interno dell'intenso campo magnetico di Giove. Questa interazione crea forze di marea che causano stress e attrito all'interno della Luna, generando un notevole calore interno. Questo calore potrebbe quindi mantenere l’acqua dell’oceano in forma liquida nonostante la notevole distanza da Giove.

Questo calore e la presenza di acqua, combinati con i minerali della crosta di ghiaccio, potrebbero infine creare un ambiente potenzialmente favorevole alla vita microbica.

READ  Questa è la più grande pepita d'oro mai trovata in Inghilterra
Giove Europa
La luna Europa fotografata dalla sonda Juno il 29 settembre 2022. Crediti: NASA/JPL-Caltech/SwRI/MSSS/Björn Jónsson

L’Europa manca di ossigeno

Sfortunatamente, ad Europa potrebbe mancare un ingrediente essenziale per la vita come la conosciamo: l’ossigeno.

In precedenza si pensava che fosse la Luna a generare fino a 1.000 chilogrammi di questo elemento al secondo. Infatti, gli ultimi dati della sonda Juno, che opera da anni nel sistema gioviano, suggeriscono che essa produce solo circa 12 chilogrammi di ossigeno al secondoriducendo così le possibilità di trovare condizioni favorevoli alla vita nel suo oceano sotterraneo.

Queste osservazioni sono state effettuate dallo strumento Esperimento sulla distribuzione aurorale gioviana (JADE) di Giunone. Quest'ultimo permette di misurare la composizione degli ioni, compreso l'ossigeno, che fuoriescono dalla superficie di Europa. Queste misurazioni forniscono informazioni sui processi che avvengono sulla superficie della Luna e su come l’acqua, presente sotto forma di oceano sotterraneo, interagisce con l’ambiente esterno.

Come accennato in precedenza, l'acqua oceanica di Europa è costantemente soggetta alle forze di marea e al bombardamento di particelle cariche provenienti dall'intenso campo magnetico di Giove. Queste particelle cariche hanno la capacità di dividere le molecole d’acqua in ioni idrogeno e ossigeno, espellendole dalla Luna nello spazio. È questo processo di espulsione degli ioni, compreso l'ossigeno, che viene rilevato dallo strumento JADE.

Questi risultati inaspettati evidenziano l’importanza del proseguimento delle missioni spaziali per svelare i misteri delle lune lontane del nostro sistema solare e contribuire alla nostra comprensione delle condizioni adatte alla vita oltre la Terra.

I dettagli dello studio sono pubblicati in Astronomia della natura.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *