Andrea Giani, tecnico della Francia, dopo la vittoria contro la Turchia: “Dobbiamo continuare ad essere esigenti”



Andrea Giani, allenatore della squadra francese, sabato la vittoria della Turchia (3-1). : “I risultati sono positivi, con tre vittorie. Dobbiamo sfruttare la partita persa (contro la Slovenia), Progredire. Sono felice che i giocatori siano concentrati e che l'efficienza del nostro servizio sia aumentata. Questo è fondamentale nel nostro sistema di gioco. Dobbiamo continuare ad essere esigenti, collettivamente e individualmente. Tutti devono riconoscere dove si trovano, è così che progrediamo. Questo vale per tutti i giocatori e per lo staff. Ci prenderemo il tempo per lavorare (da martedì in allenamento a Cannes), rivedere le partite per progredire. Il prossimo torneo (a Ottawa, Canada, dal 5 al 9 giugno) sarà di un livello migliore (gli Azzurri affronteranno Italia, Cuba, Olanda e Argentina), tutte le partite saranno importanti. »

Benjamin Toniutti, passante e capitano dei Blues: « Hanno servito molto bene nei primi due set e hanno ricevuto bene. Dal terzo abbiamo alzato il livello del servizio, loro sono calati in ricezione, ecco perché abbiamo dominato davvero gli ultimi due set. E siamo stati molto bravi nelle partite di transizione, giocando a muro, è davvero bello quello che abbiamo fatto oggi in questa giocata, sarà utile contro squadre ancora più forti a muro. »

“È importante per la fiducia”

Jean Patry, playmaker dei Blues

READ  Iga Swiatek dopo la vittoria contro Coco Gauff a Roma: “È stato davvero bello”

Jean Patry, playmaker dei Blues: “Ho fatto una bella partita, sono contento di me stesso e sono soprattutto orgoglioso della squadra perché abbiamo lavorato bene. Non siamo partiti benissimo, abbiamo sofferto e commesso tanti errori, servendo, ricevendo… Siamo riusciti a correggere tutto durante la partita e a lavorare sui punti richiesti dal mister. Pazienza soprattutto, giocando in blocco con intelligenza… Siamo riusciti a installarlo, è una buona cosa. E' importante per la fiducia, sappiamo che è quel tipo di gioco che accende qualcosa in noi, avere pazienza, giocare a muro, fare i punti per ultimi, la difesa… »

Cédric Enard, allenatore della Turchia: “Due buoni primi set, purtroppo alla fine abbiamo mollato il 2° per l'emozione. Con (annullato) Subasi qui a mal (distorsione della caviglia)e senza veri ricevitori dobbiamo giocare con ragazzi per i quali è difficile a quel livello. Non avevamo scelta, dovevamo mettere pressione al servizio, ma i francesi si sono adeguati… Hanno distrutto bene (Mirza) Lagumdzija alla reception potevano vedere chiaramente le linee che si muovevano e servivano nelle zone franche. Abbiamo il diritto di perdere contro la Francia, ma non possiamo concentrarci su tutta la partita, è complicato. Questa è la prima VNL (Lega delle Nazioni) per la Turchia maschile si sta imparando, siamo contenti di essere lì e prendiamo in faccia il livello. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *