Anthony Jeanjean si regala la sua prima Fise de Montpellier: “È magica”



Ha già vinto i Mondiali. Ma questa, inevitabilmente, gli scalda ancora di più il cuore e gli fa venire le lacrime agli occhi. Davanti al suo pubblico, grande favorito e beniamino dei francesi, Anthony Jeanjean si è regalato, sabato, un nuovo prestigioso successo al Festival Internazionale degli Sport Estremi di Montpellier, la sua seconda vittoria stagionale in Coppa del Mondo, in due tappe. E soprattutto il suo primo trofeo da vincitore della Fise, come Laury Perez, titolato anche lui.

Prima di unirsi allo staff azzurro dall'altra parte del parco, bandiera tricolore sulle spalle, il primo a saltare oltre la ringhiera per congratularsi è niente meno che l'ideatore della Fise, Hervé André-Benoît, euforico. Jeanjean ce lo ricorda ogni anno, è stato qui che ha visto la BMX per la prima volta, che ha provato questa bici, che ha fatto le sue prime gare.

“Ricordo i miei primi passi sulle rive del Lez con i miei genitori quando avevo dieci anni,sorride, dopo il podio, commosso, al fianco dell'australiano Brandon Loupos (campione del mondo 2019) e del britannico Declan Brooks (bronzo olimpico 2021)

. Eccomi qui quindici anni dopo sul gradino più alto del podio, quindi è incredibile, sono così felice. Tante emozioni e tanto orgoglio. È magico. »

READ  Vittima di un fastidio al tendine del ginocchio sinistro, Kylian Mbappé assente dagli allenamenti del PSG

Diversi membri dei migliori giocatori del mondo hanno scelto di saltare l'evento dell'Hérault per prepararsi ai due tornei di qualificazione olimpica di Shanghai (16-19 maggio) e Budapest (20-23 giugno). Non lui. La medaglia di bronzo dei Mondiali 2022 ha scelto di fare della Fise una tappa nella sua preparazione alle Olimpiadi, dove punterà all'oro olimpico dopo il 7° posto di Tokyo.

“Non potevo allenarmi meglio della Fise di Montpellier per preparare le Olimpiadi di quest'estate, con questo pubblico che ogni anno mi sostiene enormemente” “Non potevo allenarmi meglio della Fise di Montpellier per preparare le Olimpiadi di quest'estate, con questo pubblico che ogni anno mi sostiene enormemente, assicura Jeanjean, quattro vittorie in Coppa del Mondo al suo attivo.

Mi sono sentito molto bene durante le corse e ho gestito abbastanza bene la pressione. L'obiettivo era quello, fare due run perfetti. Sul secondo avrei potuto mettere qualcosa in più. Ci ho provato, non è andata esattamente come avevo previsto. Non importa perché ho già fatto un grande primo giro, quindi sono davvero felice. »

Primo successo internazionale per Laury Perez“Sarebbe stato un vantaggio cercare qualcos'altro alla 2° manche, lavorare un po' di più, ma soprattutto l'obiettivo era la vittoria, quindi non possiamo che essere soddisfatti apprezza Jean-Baptiste Peytavit, allenatore della squadra francese e Jeanjean.

Domenica il clan francese volerà in Cina, per il torneo di qualificazione di Shanghai, con Kevin Fabregue e Laury Perez, che vinse anche lui tre ore dopo, un anno dopo il suo primissimo podio in Coppa del Mondo e il suo 3° posto grazie ad una cifra unica. La medaglia di bronzo degli Europei si regala il suo primo vero successo internazionale, in una gara senza gli americani e i cinesi, che hanno regnato sul circuito negli ultimi anni e sui quali dovrebbe tornare quest'estate. Ma per ora Jeanjean e Perez possono godersi il loro primo titolo alla Fise. Pieni di fiducia, a casa, prima dei grandi eventi estivi.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *