Anthony Turgis esce vittorioso sulle strade bianche, Tadej Pogacar conserva la maglia gialla



Cadute, forature e attacchi a tutto campo nella polvere bianca. La 9a tappa del Tour de France e i suoi 32 chilometri di sentieri pietrosi, divisi in 14 settori, hanno offerto uno spettacolo costante, senza grandi sconvolgimenti, questa domenica, alla vigilia del primo giorno di riposo a Troyes. Alla fine è stato Anthony Turgis (TotalEnergies) a vincere nello sprint al termine di una lunga fuga, davanti a Tom Pidcock (Ineos Grenadiers) e Derek Gee (Israel-Premier Tech). In uscita a 10 km dalla linea, Jasper Stuyven (Lidl-Trek) è stato catturato nell’ultimo chilometro.

A suo agio nella sua casacca, la maglia gialla Tadej Pogacar (Emirati Arabi Uniti) ha infiammato ancora una volta questa nona tappa, con diversi attacchi taglienti nel finale. A 21 km dal traguardo, lo sloveno ha messo in difficoltà il suo secondo classificato Remco Evenepoel (Soudal-QuickStep), solo, e Jonas Vingegaard (Visma-Lease a Bike). Il rientro del danese grazie al duro lavoro del compagno di squadra Matteo Jorgenson, lo ha però portato a ridurre gli sforzi, prima di tentare nuovamente di accelerare a 9 km dal traguardo. Invano.

Maggiori informazioni a seguire…



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *