Antico giardino dell’imperatore Caligola scoperto nei pressi del Vaticano


Durante la costruzione di un nuovo ponte in Piazza Pia, situato vicino alle rive del fiume Tevere a Roma, i lavoratori edili in Italia hanno recentemente portato alla luce un antico giardino di 2.000 anni associato a Caligola, un famoso imperatore romano.

Tra tirannia e intrighi

Conosciuto anche come Gaio Cesare Augusto Germanico, Caligola salì al trono imperiale nel 37 d.C., succedendo al suo prozio, l’imperatore Tiberio. Dall’inizio del suo regno, Caligola sconvolse Roma la sua crudeltà e il suo comportamento irregolare. Esercitò un potere assoluto, spesso arbitrario e crudele nei confronti dei suoi avversari, in particolare del Senato romano, che umiliava regolarmente. La sua fama di despota fu accompagnata anche da una serie di stravaganze, tra cui la costruzione di sontuosi palazzi e grandiose installazioni.

Nel 41 d.C. fu assassinato dalla guardia pretoriana, stufo dei suoi capricci e della sua brutalità. Nonostante il suo breve regno, Caligola lasciò a segno indelebile nella storia romana. Questa tragica fine pose fine ad un capitolo oscuro ma intrigante dell’Impero Romano e segnò ulteriormente la transizione verso un periodo di crescente instabilità politica.

Caligola
Crediti: Alan York/istock

I resti del giardino di Caligola

Questa scoperta di un antico giardino associato a Caligola getta nuova luce sulla sua vita personale e politica. Gli archeologi hanno identificato questi resti sulle rive del Tevere, vicino a Piazza Pia a Roma. Tra le principali scoperte ci sono pareti di travertino imponenti edifici affacciati sul fiume, oltre a a tubo dell’acqua in piombo recante un’intrigante iscrizione: “ C(ai) Caesar Aug(usti) Germanici « . Questa iscrizione, tradotta come “ di Caio Cesare Augusto Germanico « , conferma la proprietà della proprietà a Caligola, rafforzando così le testimonianze storiche e le testimonianze archeologiche sull’esistenza dei suoi giardini personali in questa zona di Roma.

READ  In Cina metà delle città stanno affondando

Oltre alla loro funzionalità protettiva, queste pareti di travertino probabilmente fungevano da sfondo impressionante per Paesaggi lussureggianti e strutture ricreative che caratterizzavano i domini imperiali dell’epoca. Questa scoperta getta nuova luce sulle pratiche di costruzione e abbellimento dei giardini imperiali romani, evidenziandone il ruolo centrale nella vita culturale e politica dell’Impero.

La scoperta di questo sito archeologico ha anche portato alla luce vari reperti che forniscono preziose informazioni sulla vita quotidiana sotto l’Impero Romano. Tra questi, piatti di Squisite statuette in ceramica e terracotta sono stati scoperti. Questi manufatti adornati con complesse scene mitologiche e raffinati motivi artistici dimostrano l’importanza dell’arte e della cultura nella vita delle élite romane dell’epoca.

In definitiva, questa scoperta rappresenta un progresso significativo nella nostra conoscenza della storia imperiale romana. Non solo permette di comprendere meglio la personalità e i gusti dell’imperatore Caligola, ma anche di apprezzare la complessità e la ricchezza della vita urbana a Roma in epoca imperiale.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *