Atalanta Bergamo nella finale di Coppa Italia dopo la vittoria sulla Fiorentina



Battuta 1-0 a Firenze, l'Atalanta ribalta la situazione vincendo 4-1 e vivendo tutte le emozioni possibili. Squalificato e sostituito in panchina dal suo assistente Tullio Gritti, Gian Piero Gasperini ha schierato il suo miglior undici. Dopo due segnalazioni fiorentine nei primi cinque minuti, l'Atalanta si riprende subito grazie a Teun Koopmeiners che approfitta dell'azione decisiva di Gianluca Scamacca e di un contropiede favorevole contro Rolando Mandragora per battere Pietro Terracciano con un tiro da sinistra (13°). Il 14esimo gol stagionale per il numero 7 bergamasco.

Gianluca Scamacca raddoppia con un tiro da sinistra all'incrocio dei pali e da fermo (23esimo), ma il suo gol viene annullato dal Var per un fallo di un compagno. La Fiorentina ha il possesso palla, La Dea continua a creare le occasioni più pericolose e i numerosi falli rendono incandescente l'atmosfera del Gewiss Stadium.

L'Atalanta fa la differenza nell'ultimo quarto d'ora

La svolta decisiva della partita è stata l'espulsione di Nikola Milenkovic il cui intervento tardivo su Scamacca, lanciato in porta, è valso un indiscutibile rosso (53esimo). La Fiorentina ha però le carte in regola per pareggiare con Martinez Quarta (68esimo), di testa, su punizione indiretta calciata da Cristiano Biraghi. Dopo qualche minuto di esitazione, l'Atalanta si riprende, Scamacca ripristina il vantaggio con una splendida tapinade (75esimo), poi la liberazione arriva nel recupero da due nuovi entrati.

READ  I campioni inglesi Leon Edwards e Tom Aspinall saranno gli headliner dell'UFC 304 a Manchester

Ademola Lookman ha ingannato il portiere fiorentino con un rasoterra, gol festeggiato in due tempi per un fuorigioco poi annullato, Mario Pasalic ha completato la festa concludendo in contropiede. L'Atalanta affronterà la Juventus in finale il 15 maggio, una settimana dopo la semifinale di ritorno di Europa League contro l'OM.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *