Axel Laurance, compagno di squadra di Jasper Philipsen: “Penso che abbia un po’ di pressione rispetto allo scorso anno”



Axel Laurance, compagno di squadra di Jasper Philipsen all’Alpecin-Deceuninck, dopo lo sprint della 6a tappa : “Ovviamente arrivando secondo due volte (il belga è stato retrocesso a fine tappa) è molto frustrante per lui (per Jasper Philipsen). Penso che abbia un po’ di pressione rispetto all’anno scorso, quando vinse quasi tutto… Quindi ha una pressione interna. Da parte nostra non gli mettiamo pressioni e cerchiamo di fare il miglior lavoro possibile. Un giorno aprirà. Speriamo comunque di vincere presto. È stata una giornata piuttosto nervosa, dovevamo davvero rimanere concentrati per tutto il tempo. Il gruppo era davvero molto compatto. Al minimo errore si cadeva. Ci sono state tante ripartenze, mi hanno fatto male le gambe. Nel finale, una volta aperte le strade, c’erano molte onde. Ho visto i ragazzi, a volte era difficile ritrovarsi. Con le onde, abbiamo perso rapidamente uno o due posti, i ragazzi si sono messi in mezzo. Poi tornare è sempre una grande fatica. Sulla strada non c’era poi tanto vento. Erano le squadre del generale ad agitarsi per niente. Vogliono essere davanti per non perdere il vantaggio. L’unica pausa c’è stata a causa delle ripartenze, non a causa del vento. Non c’era bisogno di farsi prendere dal panico, ma era difficile muoversi nel gruppo… »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *