Baptiste Serin dopo la vittoria del Tolone contro il Tolosa: « Dobbiamo restare umili »



Baptiste Serin (mediano di mischia del Tolone, vincitore di Tolosa) : “Questa vittoria fa sentire bene come le altre. Prima di Montpellier non vivevamo un gran periodo. Poi abbiamo vinto in trasferta contro il Bayonne. Questa sera (SABATO), È il risultato un po' speciale, giocare metà partita con 14 giocatori. Ciò dimostra la forza di carattere del gruppo. L'anno scorso Sergio (Parisse) avevamo preso anche un rosso e siamo usciti allo stesso modo. Non abbiamo vinto benissimo, anche brutto, ma vincere è importante.

Nel primo tempo non abbiamo avuto palle pulite. Ci hanno attaccato in tutti i ruck. E quando non hai un pallone tutto tuo è molto complicato mettere a punto il tuo gioco. Loro erano sempre in vantaggio e noi eravamo più della media in attacco. Classificazione? Ad essere onesti, non lo conosco nemmeno. La cosa bella è che siamo a tre vittorie consecutive. Anche la prossima settimana ci aspetta un big match (a La Rochelle). È positivo perché manteniamo questa dinamica. Devi rimanere umile. Stasera è un piccolo promemoria per progredire. »

“L'aspetto strategico ci è sfuggito nel corso della partita e ci siamo cascati”

Ugo Mola, allenatore del Tolosa

READ  2,99 milioni di telespettatori davanti all'OM-Benfica su M6

Ugo Mola (allenatore del Tolosa): “Nel secondo tempo cadiamo nella trappola di non muovere la squadra del Tolone e di rimanere in una partita conflittuale che la lascia in una zona di comfort. La partita ci sta sfuggendo di mano. Nonostante tutto, alla fine abbiamo il match point. Dobbiamo incolpare solo noi stessi. La parte strategica ci è sfuggita man mano che la partita andava avanti e ci siamo cascati. Non abbiamo nemmeno giocato contro una squadra di cadetti. Hanno controllato i loro sudditi durante l'occupazione e ci hanno privato dei palloncini. Abbiamo lasciato perdere molti punti nel nostro gioco di calci e non siamo riusciti a trovare due tocchi nei momenti importanti. Ci sono stati troppi rifiuti per esistere all'esterno pur avendo una mentalità e la capacità di combattere in uno stadio che si scioglie.

Ricordiamo cose positive con i ragazzi del 2004 e del 2003 che stanno guadagnando terreno e che si stanno mettendo in gioco, giovani giocatori del nostro centro sportivo. Questo è ciò che è bello quando puoi competere in una partita tesa. In termini di stato d'animo, non c'è assolutamente nulla di cui lamentarsi. Per quanto riguarda il rugby e la strategia, siamo inevitabilmente un po' frustrati, ma dobbiamo riconoscere il loro grande impegno e un ottimo stato d'animo, ma anche la capacità di non sfondare contro un grande gruppo del Tolone. Davanti andavamo colpo su colpo. Mi dispiace per i palloncini che non sono stati negoziati molto bene. »

READ  Ronan Labar e Lucas Corvée privati ​​delle Olimpiadi di doppio per un errore di calcolo?



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *