Barjon nella Top 20 della Myrtle Beach Classic, Gotterup in testa



Due tornei PGA al prezzo di uno. Mentre il meglio del raccolto viene sventrato al Wells Fargo Championship, un evento alternativo riunisce per la prima volta il resto del circuito e molti giocatori del DP World Tour, nella Carolina del Sud. Il set è denso e Christopher Gotterup vi si è adattato perfettamente. L'americano tiene le redini dopo due giri (-12) sul percorso del “The Dunes Golf and Beach Club”. Il suo 64 al secondo turno (con -6 alla risposta senza fallo!) gli ha dato questo privilegio. È nettamente davanti allo scozzese Robert MacIntyre (-11) e allo spagnolo Jorge Campillo (-10).

Dal lato francese, è Paul Barjon a fare il meglio finora (19°, -6) dopo un secondo turno molto vivace (un'aquila, cinque birdie, tre bogeys). I rimpianti riguardano la fine del percorso (spauracchi alle 16 e alle 18) ma le prospettive per il fine settimana restano allettanti in condizioni a volte di difficile lettura: “Il percorso è stupendo, sono in buona forma, anche se piove spesso e dobbiamo anche contrastare raffiche frequenti, Barjon ha detto. È impegnativo. Devi adattarti costantemente, è strano. C'è vento, poi smette, ricomincia a seconda delle buche, cambia anche direzione. La chiave è che ho messo bene. Non necessariamente ho guidato bene, ma ad ogni colpo sul fairway mi sono dato una possibilità. Sabato ci sarà da divertirsi. »

Infine, da notare che Blades Brown (16 anni) ha fatto il taglio (48esimo, -3) per il suo secondo torneo a questo livello. Una felicità immensa per suo padre, a cui è stata diagnosticata la leucemia 18 mesi fa e che non pensava di avere la possibilità di vivere un momento di condivisione simile: “Sono così orgoglioso di mio figlio. » C'è qualcosa.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *