Benjamin Pavard (Francia): « Attualmente sono in panchina, lato sinistro »



“Eri allineato come lato destro in preparazione. Sei rimasto sorpreso? Ti aspetti di giocare poco durante gli Europei?
Si comincia forte (risata). Attualmente sono in panchina, lato sinistro (sorriso). Queste le scelte dell’allenatore. Mi adatto a quello che mi chiede l'allenatore. Vedremo, sono pronto mentalmente e fisicamente. Mi sento bene e mi sento pronto.

Come gioca questa squadra francese?
Abbiamo una squadra completa sia difensivamente che offensivamente, siamo una squadra molto unita, sappiamo che in questo tipo di tornei bisogna saper soffrire. Abbiamo così tanto talento davanti che possiamo fare la differenza in qualsiasi momento.

Hai discusso del tuo posizionamento con il tecnico Didier Deschamps?
Le discussioni con l'allenatore rimangono private. Sa che se mi chiama risponderò, se non gioco rimarrò positivo. Se l’allenatore mi chiama, dovrò rispondere.

“Mbappé dà l’esempio dentro e fuori dal campo. E' un bravissimo capitano. »

Kylian Mbappé lo era ancora una volta assente dalla seduta giovedì. Come percepisci il suo stato di forma?
Lo trovo molto buono Sono sicuro che farà un grande Europeo, è un grande giocatore, sento che è molto soddisfatto. E' un grande giocatore, lo dimostrerà agli Europei.

Quando hai convinto Deschamps a considerarti un assiale?
Non lo so, l'allenatore ha sempre saputo che avevo una preferenza per il ruolo. Ma la squadra francese è al di sopra di tutto. Indossare questa maglia è motivo di immenso orgoglio. Non mi pongo alcuna domanda. Se l’allenatore mi chiama, sono pronto a giocare in entrambi i ruoli (difensore centrale o laterale).

Come giudica la nuova struttura di recupero a tre?
Va bene. Viste le caratteristiche di chi gioca, lo padroneggiamo bene. Anche se possiamo ancora trovare degli aggiustamenti.

Che tipo di scontro ti aspetti contro l'Austria (lunedì alle 21)?
Ho giocato con (Marcel) Sabitzer al Bayern Monaco, con (Marko) Arnautovic all'Inter. E’ una squadra molto forte fisicamente ma anche tecnicamente. Sarà una partita complicata e di grande intensità.

“Kante non ha perso nulla del suo calcio. Lo trovo ancora altrettanto forte”

C'è stata una rottura con la Francia dai Mondiali del 2022?
No, per niente. 2022, non ho giocato (una sola partita, la prima). Ma oggi, mentalmente e fisicamente, mi sento pronto per aiutare la squadra come sostituto. Sono pronto per il collettivo, spero che avremo un grande Europeo.

Che bilancio hai della tua prima stagione all'Inter?
Sono molto contento della mia prima stagione. Ho potuto scoprire un club familiare, con tifosi fantastici. Per me era giunto il momento di cambiare. Siamo riusciti a vincere la Supercoppa, lo scudetto. Personalmente sono molto felice. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *