Boeing lancia per la prima volta gli astronauti


Il 5 giugno 2024 segna una data storica per l'esplorazione spaziale con il decollo della capsula Starliner della Boeing per trasportare gli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Questo volo inaugurale, effettuato dal Launch Complex 41 a Cape Canaveral, simboleggia quasi due decenni di preparazione per integrare i veicoli commerciali nelle missioni spaziali con equipaggio della NASA.

Meglio tardi che mai

A bordo dello Starliner ci sono gli astronauti veterani della NASA Barry “Butch” Wilmore e Sunita Williams, che insieme hanno più di 11.000 ore di volo come ex piloti collaudatori della Marina americana. Il lancio, effettuato alle 10:52 EDT (16:52 ora di Parigi), segna anche la prima volta per il razzo Atlas V dellaAlleanza di lancio unita (ULA) che trasporta gli astronauti per la prima volta in 22 anni di operazioni.

Il percorso verso questo lancio non è stato privo di ostacoli. Inizialmente previsto per il 6 maggio, il volo è stato ritardato più volte a causa di problemi tecnici. Una valvola difettosa sullo stadio superiore dell'Atlas V ha inizialmente portato ad una prima cancellazione poche ore prima del lancio e ha richiesto complesse riparazioni. Quindi una perdita di elio e un'interruzione di corrente ritardato successivi tentativi.

L'attracco con la ISS lo è previsto per questo giovedì 6 giugno intorno alle 18:15. (Ora di Parigi).

Boeing della Starliner
Il comandante del test di volo dell'equipaggio Boeing della NASA Butch Wilmore (a sinistra) e il pilota Suni Williams. Crediti: Joe Raedle

Gli obiettivi della missione

Questa missione, conosciuta come Prova di volo dell'equipaggio (CFT), è fondamentale per la certificazione dello Starliner per missioni regolari con equipaggio. Wilmore e Williams passeranno circa otto giorni a bordo della ISS e sottoporrà la capsula ad una serie di test rigorosi. Eseguiranno manovre manuali, testeranno scenari di emergenza e condurranno debriefing per garantire che la capsula Starliner sia pronta per missioni operative più lunghe.

READ  Gli astronauti di Artemis trasporteranno le piante sulla Luna

Se il CFT avrà successo, Starliner potrà realizzarlo prima missione operativa con equipaggio nel 2025. Questa missione, denominata Starliner-1, dovrebbe trasportare gli astronauti della NASA Mike Fincke e Scott Tingle, nonché l'astronauta canadese Josh Kutryk.

Da quel momento in poi, il programma dell’equipaggio commerciale della NASA, iniziato con il programma del carico commerciale nel 2006, includerà due veicoli spaziali con equipaggio indipendenti dai tradizionali sistemi governativi: Starliner di Boeing e Crew Dragon di SpaceX. Queste due società si sono aggiudicate importanti contratti nel 2014 per finalizzare lo sviluppo delle rispettive capsule. L’obiettivo era quello di non dipendere più dai russi dopo il ritiro delle navette spaziali americane nel 2011.

Da parte sua, la Russia continuerà a inviare equipaggi di cosmonauti con la sua navicella spaziale Soyuz almeno fino al 2028, quando scadrà l’impegno del Paese nella partnership.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *