Bové-Tarantola, una coppia che sogna una nuova medaglia alle Olimpiadi di Parigi 2024



Nonostante la leggera pioggia che bagna il Rotsee, Claire Bové e Laura Tarantola non intendono lasciare il pontile d'onore. I vicecampioni olimpici attendono Hugo Beurey e Ferdinand Ludwig che, come loro, qualificato per i Giochi. La coppia leggera ha così mantenuto il suo posto e ha confermato il pronostico vincendo il biglietto. Non proprio una sorpresa. Quello che è successo è che non si qualificano direttamente ai Mondiali del 2023, questo porta il numero di scafi qualificati a cinque (e 12 vogatori), tanti quanti a Tokyo. Il futuro “vantaggio casalingo” non si è concretizzato a questo livello e il DTN Sébastien Vieilledent ha mantenuto la sua gamma da zero a tre medaglie a Parigi.

Tarantola-Bové nei modelli

Claire Bové e Laura Tarantola, invece, si sono piazzate tra le medagliate. Martedì hanno dato una vera dimostrazione (2”53 di vantaggio) contro i vicecampioni greci di tre settimane fa. L'unico problema è che il doppio di PL è attualmente sotto l'influenza del doppio britannico e che i rumeni hanno un buon vantaggio come outsider n° 1. Ma a Lucerna, i protetti di Frédéric Perrier si sono comportati come dei padroni, anche se non ne erano del tutto consapevoli di esso, felici com'erano della loro qualifica. « È qualcosa che ho sognato centinaia di volte, raconte la blonde Tarantola. All'improvviso ci abbiamo creduto fortemente, all'improvviso ci sono stati colpi duri. Non ci siamo mai arresi! Mi ero immaginato di oltrepassare il limite 150 volte, e ora è concreto: andremo a Parigi, faremo parte della festa”.“Ora il sogno si trasforma in speranza”dice la bruna Bové.

READ  Sébastien Ogier e Dani Sordo presenti al raduno della Sardegna

D’altronde Beurey e Ludwig non sembrano ancora aver ritrovato il livello che li ha resi vincitori proprio su questo lago Rotsee durante i Mondiali del 2023. “Abbiamo ancora tanto lavoro da affinare in vista dei Giochi se vogliamo salire sul gradino più alto del podio”riconosce Beurey.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *