Camille Lopez (Aviron Bayonnais): “Se solo puntiamo a mantenerlo ogni anno…”



“Concludi la stagione con una sconfitta in casa (17-28 contro Castres). Questo fine stagione vi lascia con l'amaro in bocca?
Il primo periodo è interessante, a differenza dell'Oyonnax della scorsa settimana dove non abbiamo fatto nulla di buono (sconfitta 27-20). Ma il secondo periodo non va bene, ci sono troppe approssimazioni, indisciplina e ci costa caro. È frustrante perdere l'ultima partita della stagione in casa, soprattutto per i ragazzi che lasciano il club.

Hai sentito qualche rilassamento una volta assicurato il supporto?
Inconsciamente deve aver avuto un ruolo, sì. Prendiamo zero punti dalle ultime due partite. Due prestazioni finali che è meglio mettere da parte per ricordare la stagione nel suo insieme. Non dobbiamo buttare via tutto neanche dopo queste ultime due partite. La Top 14 ci sta provando, duramente e ovviamente, dopo aver battuto Perpignan (23-20, 24a giornata), abbiamo evacuato questo stress e tutta l'energia che avevamo messo per mantenerci. Alla fine c'erano alcune cose fantastiche da cercare ma non siamo stati in grado di farlo. Ci prenderemo una pausa e ci riprenderemo tra un mese perché la prossima stagione sarà ancora più dura. Lotteremo per fare meglio l’anno prossimo. Siamo stati mantenuti per due anni, ora dobbiamo provare a passare ad altro e a fare meglio. Se puntiamo solo a mantenerlo ogni anno, dopo un po’ prenderemo la carota…

READ  Benjamin Toniutti, dopo la sconfitta dei francesi contro la Slovenia: “Dobbiamo continuare a lavorare”

“Non mentiremo, quest’anno non siamo lontani da una grande delusione”

Hai finito al 12° posto, 8° la scorsa stagione. Vuol dire che la stagione è peggiore?
Se si guarda solo la classifica la stagione è peggiore. Ma questo campionato è durissimo… L'anno scorso è stato un miracolo, alla fine abbiamo anche vinto delle partite che forse in questa stagione abbiamo perso. Siamo stati promossi e sono sicuro che siamo stati presi più alla leggera. Quest'anno è stato meno così. Tutti i club sono attrezzati per esibirsi in questo campionato. Non mentiremo, quest'anno non siamo stati lontani da una grande delusione, ma la stagione è così com'è. L’importante è che si tenga e che questo club non faccia yo-yo ogni due anni.

Personalmente sei il giocatore più utilizzato in questa stagione in minuti trascorsi in campo. Hai le gambe per una stagione simile l'anno prossimo?
Finché la mia testa è buona e il mio fisico è buono, mi diverto. Continueremo. Ma non nascondo che ci sono momenti durante la stagione in cui sono stufo del rugby. È faticoso, soprattutto mentalmente, combattere ogni fine settimana. Ma mi piace, quindi finché è bello, andrò avanti. La prossima stagione avremo anche l'arrivo di un giocatore (apertura Joris Segonds, proveniente dallo Stade Français quest'estate) che gioca in un club in cima alla classifica e che inevitabilmente prenderà tempo per giocare, penso che questo renderà la situazione un po' diversa.

READ  La Monal Challenge è finalmente rimasta nel calendario 2025

Sei sicuro che questa sarà la tua ultima stagione?
Non lo so… In ogni caso lo inizierò come se fosse l'ultimo (sorriso). »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *