Campionato Francese: Léo Rossel al “Charbo” per confermarsi



Fino a che punto si spingerà Léo Rossel? La sua introduzione, c'è un mese a Le Touquet, era sconvolgente, in condizioni dantesche e difficili. Nel Rodano-Charbonnières, questo fine settimana, venerdì e sabato sui monti del Beaujolais e del Lionese, il tempo non promette dei migliori, con qualche fiocco di neve durante lo shakedown disputato questo giovedì mattina.

In queste condizioni, Léo Rossel, che ammette di aver provato la sua Citroën C3 Rally2  » sotto la pioggia. Ed è andata bene, la squadra ha fatto un buon lavoro, la macchina è fantastica. Questo sarà il mio secondo « Charbo », spero di essere più efficiente dell'anno scorso (4° alla fine). L'importante sarà portare a casa il massimo dei punti. »

Di fronte a lui, i tre uomini sul podio 2023: Yoann Bonato, Hugo Margaillan ed Eric Camilli. Il primo ha vinto tre volte qui e dovrebbe essere un ottimo cliente per la vittoria. Per la sua prima volta con la sua nuova squadra Trajectus, ha piazzato la sua C3 in seconda posizione a Le Touquet e vorrà ridurre, o addirittura invertire, il gap (32”7 al Pas-de-Calais) con Rossel.

Gli altri due hanno Hyundai i20 N Rally2 dotata di nuovi sviluppi. Sfortunati a Le Touquet (foratura per Margaillan, uscita per Camilli), avranno voglia di reagire. Secondo Margaillan, parlando alla FFSA TV giovedì mattina, dopo i test effettuati in Ardèche: “L’auto funziona davvero bene. Sono sorpreso dal telaio, anche rispetto alla C3. Forse me lo sto immaginando, ma ho l'impressione che sia davvero molto interessante in termini di performance. Vedremo ! »

READ  Invariata la top 5 del ranking WTA, guadagna un posto la Vondrousova

Fotia e Franceschi in agguato

Oltre a questi quattro uomini, seguiremo da vicino anche Anthony Fotia (C3 Rally2), quarto a Le Touquet e autore di un finale di rally impressionante, Jean-Baptiste Franceschi (Ford Fiesta Rally2), quinto sulla Côte d'Opale , così come gli esordienti Réhane Gany (Fiesta), Sarah Rumeau (Fiesta) e Styve Juif (C3), vincitore del Trofeo Michelin amatoriale 2023 e, come tale, beneficiario di un evento Rally2.

Restano anche le due ruote motrici, con l'Alpine A110 Rally RGT di Raphaël Astier, Cédric Robert e Quentin Gilbert, ma anche quelle dell'Alpine Trophy (con Pierre Roché e Ludovic Godard al comando) che parte da qui. Attenzione anche alle Porsche, in particolare alla 991 GT3 Cup guidata da Côme Ledogar, un ex famoso pilota su pista. Ci saranno anche molti specialisti dei circuiti questo fine settimana, con Stéphane Sarrazin e Benoît Tréluyer come Team Manager, Ledogar e Pierre Ragues (Skoda Fabia RS Rally2) come piloti.

Oltre all'Alpine Trophy, venerdì al via anche la Stellantis Cup France, per 213,22 km cronometrati in 12 prove speciali.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *