Cancellazione dell'USM Algeri-RS Berkane nel conflitto diplomatico tra Algeria e Marocco



Domenica non si è disputata la semifinale d'andata della Coppa della Confederazione Africana (CAF) tra USM Alger e RS Berkane. La ragione ? Una disputa riguardante la maglia che la squadra marocchina avrebbe voluto indossare. Su questa tunica appariva la mappa del Marocco, comprendente il Sahara Occidentale, territorio controllato all'80% dal Marocco e rivendicato dai separatisti sahrawi del Fronte Polisario, sostenuto dall'Algeria. Anche l’Algeria ha interrotto le sue relazioni diplomatiche con il vicino marocchino a causa di questo problema.

Venerdì, al loro arrivo all'aeroporto di Algeri, i giocatori del Berkane sono stati bloccati per lunghe ore dalle autorità algerine e le loro maglie sono state confiscate dalla dogana. Su richiesta della Federcalcio algerina, la CAF ha quindi autorizzato l'RS Berkane a giocare con la sua casacca abituale. Ma, nonostante le maglie siano ancora sotto sequestro da parte delle autorità algerine, il club marocchino si è rifiutato di disputare la partita indossando una casacca diversa.

Il caso “deposto alle autorità competenti”

“Non ci sarà dibattito su questo argomento. Nessuna partita senza maglie floccate con la mappa completa del Regno del Marocco »ha dichiarato il presidente della RS Berkane, Hakim Benabdellah, ai funzionari della CAF, citato dai media marocchini Espresso. Da parte sua, il presidente della Federazione algerina, Wafi Sadi, ha annunciato che intende portare la questione all'attenzione dell'Algeria «tribunale internazionale dello sport». “La nostra posizione è chiara: non ci tireremo indietro e siamo pronti a tutto”ha aggiunto il leader algerino.

READ  Il Liverpool retrocede pesantemente davanti all'Atalanta in Europa League, Roma e Leverkusen scelgono un'opzione



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *