Carlos Alcaraz vince in cinque set contro Frances Tiafoe nel terzo turno di Wimbledon



Da quando è entrato in pista come un cane in una partita a bowling, Carlos Alcaraz ha regolarmente mostrato due facce. Quella del ragazzino che è così felice di essere lì che sorride anche durante i bellissimi tiri degli avversari e quella del giocatore infastidito, che passa il tempo girandosi verso il suo box a parlare con la sua squadra.

In questo terzo turno, è spesso la seconda faccia che gli spettatori del Campo Centrale hanno potuto vedere. Va detto che Frances Tiafoe ha tutto per disturbarlo. Perché per dare fastidio allo spagnolo bisogna già poter giocare più velocemente di lui, per privarlo del tempo necessario ad affermare il suo gioco, Jannik Sinner, ad esempio, ci riesce regolarmente. Altrimenti dovrai riuscire a confonderlo diventando ancora più imprevedibile di lui. Ed è proprio in questo registro che l’americana ha primeggiato nel primo e nel terzo set.

Ogni volta che prendeva la rete, Alcaraz non era in grado di sapere se Tiafoe avrebbe tirato al volo o avrebbe lasciato cadere una palla proprio dietro la rete. E visto che l’americano in cambio si è dimostrato caldo, il compito di Alcaraz è stato molto complicato. Se ha alzato notevolmente il suo livello nel secondo set, è stato lui a trovarsi sotto di due set a uno in un incontro in cui era molto difficile prevedere chi sarebbe uscito vincitore. Soprattutto perché il numero 3 del mondo non è stato avaro di grandi errori.

READ  Azeddine Habz, convocato per gli Europei: "Ho cercato di non farmi divorare"

Stupenda reazione di Alcaraz con le spalle al muro

Ma i campioni emergono attraverso le difficoltà ed è innegabile che Carlos Alcaraz sia un grande campione. Con le spalle al muro, il campione in carica ha inasprito il gioco per portare il suo avversario al tie-break del quarto. E lì ha mostrato una violenza rara. Alzando il suo gioco a un livello mai raggiunto prima in questa partita, ha vinto 5-0. Tiafoe non si sarebbe ripreso e ha visto il Murciano tornare in due set ovunque.

Visibilmente colpito da questa fine di set, Tiafoe non ha più tenuto il ritmo imposto da Alcaraz finalmente liberato. Ormai tutto andava troppo veloce per l’americano rimasto indietro. Lo scontro previsto in quest’ultimo set non c’è stato, Alcaraz aveva deciso diversamente. Il campione era caldo, ma è agli ottavi di finale a Wimbledon.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *