Céline Boutier fa un passo indietro al JM Eagle Championship



Quando inizi la giornata con uno spauracchio, a volte risulta essere lunga. Questa è la classica esperienza vissuta da Céline Boutier, durante il secondo round del JM Eagle Championship, in California, nella notte tra venerdì e sabato. Quattro spauracchi per un solo birdie (a 14), un difficile 74 ma un taglio superato, a differenza della scorsa settimana nel Major allo Chevrone una top 10 che rimane accessibile. Un po' in difficoltà all'inizio della stagione, la francese dovrà avere pazienza per ritrovare la fluidità e la brillantezza dell'anno scorso. Il fine settimana di Los Angeles forse gli permetterà di fare qualche passo in questa direzione.

Se Perrine Delacour (+3) ha sbagliato solo un tiro per tagliare il traguardo nonostante un triplo spauracchio all'inizio del suo secondo turno (72), i rimpianti sono ampi anche per Agathe Laisné (+5), che si è lasciata andare al ritorno (quattro spauracchi ) mentre il taglio gli sembrava promesso (76).

Grace Kim non ha bisogno di guardare nello specchietto retrovisore e può invece scrutare l'orizzonte con ottimismo. In una giornata segnata dall'hole-in-one di Auston Kim a 18, che le ha permesso di piazzarsi 5a (-5), l'australiana si è ritrovata in testa al torneo (-12, quattro colpi di vantaggio) dopo un secondo rotondo (66) chiaro quasi quanto il primo (64). Il suo unico errore (a 12 anni) è stato effettivamente compensato (un'aquila, quattro uccellini).

READ  Record di presenze in MotoGP per il Gran Premio di Francia a Le Mans

Il vincitore del Lotte Championship dell'anno scorso percorre il percorso al Wilshire Country Club: “Meno penso, meglio gioco. Ho cercato di non forzare nulla, di non concentrarmi sui putt mancati, di rimanere concentrato, come il giorno prima, appunto. Devi colpire i green perché l'erba intorno è dannosa. Sono riuscito a fare solo un putt lungo, per il resto del tempo sono riuscito per lo più nei miei approcci. Nonostante tutto, mi sento un po' nervoso nelle ultime nove buche. Quindi dovrò respirare forte per il giorno del trasloco. »

In assenza di Nelly Korda, la cannibale di questo inizio di stagione, la competizione è attualmente guidata dalla svedese Maja Stark (-8), davanti all'australiana Hannah Green e alla tedesca Esther Henseleit (-6). Trenta giocatori sono attualmente sotto il par. Boutier ha intenzione di tornare lì la prossima notte.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *