Chi è Jasmine Paolini, qualificata ai quarti di finale del Roland-Garros?



Era calda negli ottavi di finale contro Elina Avanesyan

Jasmine Paolini sta vivendo in questo momento un torneo a due velocità. Dopo due primi turni ben negoziati senza perdere un set, all'italiana sono bastati tre round per eliminare la canadese Bianca Andreescu nel terzo turno di sabato e la russa Elina Avanesyan questo lunedì agli ottavi. Una partita iniziata al contrario, in vantaggio per 4-0 e molto imprecisa, prima di ribaltare la situazione e mostrare un volto completamente diverso per vincere finalmente (4-6, 6-0, 6-1).

Per il suo primo quarto di finale Slam, affronterà mercoledì la kazaka Elena Rybakina (4a), titolata a Wimbledon nel 2022. In tre confronti, l'azzurra ha vinto solo una volta, approfittando dell'abbandono di Rybakina a Cincinnati nel 2023 Gli altri due duelli si sono disputati sulla terra battuta, con due vittorie per il kazako, prima in due set nel 2023 a Roma poi in tre set lo scorso aprile a Stoccarda.

Sta vivendo la migliore stagione della sua carriera

A 28 anni, Jasmine Paolini è nel circuito già dal 2017. Finora piuttosto anonima, il suo percorso ha preso un'altra svolta nel 2024. Una prima qualificazione agli ottavi di finale di un Grande Slam a gennaio agli Australian Open e un inaspettato la vittoria ai WTA 1000 di Dubai a febbraio gli ha permesso di fare un balzo in classifica, con un 12° posto come miglior punteggio all'inizio di maggio e attualmente un 15° posto.

READ  Mike Maignan (AC Milan) arriverà mercoledì a Clairefontaine

“Ora so che quando affronto i migliori non è più un miracolo vincere, ho davvero le mie chance”

“Credo di più in me stesso negli ultimi mesi, lavoro molto sulla fiducia in me stesso fuori dal campoha spiegato Paolini, che ha imparato il tennis sulla terra battuta della Toscana. Vincere le partite ti aiuta sicuramente ad andare avanti. Adesso so che quando affronto i migliori non è più un miracolo vincere, ho davvero le mie possibilità. »

Ha origini polacche e ghanesi

Se insiste, ovviamente “il suo orgoglio di essere italiano”anche Paolini sostiene di avere “molto sangue nel corpo”. Nata in Toscana da padre italiano e madre polacca, il nonno materno era originario del Ghana. “Non lo conoscevo quindi non so molto delle mie origini ghanesi. L'unica cosa che so è che la mia velocità in campo viene dal Ghana! Per quanto riguarda la Polonia, ci andavo ogni estate quando ero piccola, parlo polacco. Beh, con Iga Swiatek, quando parliamo mescolo un po' di polacco e inglese, non penso in polacco, ma sono molto orgoglioso di questa parte della mia storia. »

READ  Nessuna squalifica per Ysaora Thibus, che torna in lizza per i Giochi Olimpici



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *