Christophe Urios (Clermont), dopo la vittoria contro lo Stade Français: “Una partita dura”



Christophe Urios (allenatore del Clermont), dopo la grande vittoria contro la capolista Stade Français (41-18) sabato: « È un sollievo. Abbiamo giocato una partita forte, come sappiamo fare. È stato un momento di verità, su di noi, su cosa valiamo, cosa vogliamo fare. So quanto valiamo, non l'ho scoperto oggi (SABATO), la difficoltà che abbiamo è che non avviene tutte le altre volte! Nel primo tempo siamo stati forti in difesa, anche se eravamo indisciplinati. Ecco perché lo giochiamo a casa. Abbiamo difeso bene la linea e i maul. C'era comunque un eccesso.

“Quando siamo così, non siamo facili da manovrare. Vorrei che fossimo sempre così… »

Christophe Urios, allenatore del Clermont

Nel secondo tempo abbiamo costruito bene il nostro rugby, siamo andati in contropiede, abbiamo iniziato la partita, siamo stati efficaci, il che, soprattutto fuori casa, è un nostro piacere colpevole. Fisicamente li abbiamo dominati. L'inizio della partita è stato un po' elettrico, andava in tutte le direzioni. E alla fine si sono rotti! La partita mi soddisfa. Quando siamo così, non siamo facili da manipolare. E vorrei che fossimo sempre così… Qui come altrove! Non è sempre così… Ora abbiamo la mente libera per la semifinale del Challenge. Affronteremo una squadra di alto livello (i Durban Sharks), forte davanti, che va forte dietro. Abbiamo l'opportunità di batterli. Siamo a due partite dal trofeo! »

READ  Primo acquisto da professionista per Rabby Nzingoula, Tidiane Diallo verso il Lipsia?

Laurent Labit (direttore del rugby allo Stade Français): “Abbiamo iniziato bene la partita, anche se abbiamo preso un contropiede dai 90 metri… Avevamo il possesso palla, anche in 14 uomini, ma non eravamo efficaci con la palla. Il cartellino rosso, che trovo molto grave, è un fatto importante. Abbiamo finito la partita con 7 rigori a nostro carico e speravamo di giocarne 14 contro 14 ad un certo punto perché il Clermont è stato penalizzato molto di più… Eravamo pronti, ma siamo crollati un po' lasciando tante energie a 14 .

Ci sono questi due rigori sbagliati, altre scorie che non ci hanno permesso di metterli sotto pressione, come il rigore che abbiamo sbagliato. Non siamo stati premiati per il lavoro svolto dai giocatori. Ci sono cose che dobbiamo correggere per la fine della stagione, ma siamo orgogliosi di ciò che abbiamo ottenuto stasera (SABATO) e soprattutto dopo 22 giorni. Sapevamo che avremmo fatto due trasferte difficili di seguito, al Clermont, vista la situazione, e tra 15 giorni, al Tolosa, dopo la semifinale di Coppa dei Campioni. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *