Come riconoscere e salvare un vino tappato?


Simboli di eleganza e piacere, il vino rosso, il vino bianco e il rosato sono compagni fedeli dei nostri pasti e delle nostre feste migliori. Tuttavia, a volte possono riservare spiacevoli sorprese agli amanti del vino (non quelle semplici). macchie di vino rosso). Non appena stappi e versi il vino, potresti effettivamente essere colpito da un odore e un sapore di muffa. Si tratta di un problema chiamato “vino tappato” che può semplicemente rovinare il piacere di degustare una buona annata. In questo articolo, però, ti spiegheremo perché si verifica, come rilevarlo e ti daremo anche consigli ingegnosi per provare a salvare il salvabile. Che tu sia un appassionato amante del vino o semplicemente un epicureo curioso, scopri questi consigli per apprezzare al meglio ogni sorso della tua preziosa bottiglia, perché il sapore del tappo è tutt'altro che inevitabile!

Cos'è un vino tappato e cosa lo causa?

tappo per vino stappare una bottiglia con un cavatappi
Crediti: iStock

Molto fastidioso per i viticoltori, il fenomeno del vino tappato è dovuto principalmente alla presenza di a molecola chiamata tricloroanisolo, abbreviato in TCA. Il TCA si forma quando si verifica un'interazione tra alcuni componenti naturali del sughero, come il fenolo, e le muffe presenti nell'ambiente di produzione. Queste muffe possono essere presenti nella corteccia delle querce da sughero o nell'aria delle cantine di stagionatura. Può anche succedere che il il sughero si disidrata quando le bottiglie sono conservate in posizione verticale, che diffonderanno poi l'odore nel vino. Qualunque sia la ragione, quando il TCA entra nel vino attraverso il tappo, può farlo alterarne l'aroma e il gusto.

I livelli di TCA necessari per rovinare il vino lo sono molto debole. Tuttavia, anche a concentrazioni minime, il TCA può avere a impatto significativo sulla qualità del vino, conferendogli aromi e sentori di muffa, cartone bagnato o sughero. E purtroppo questo problema può colpire sia la migliore annata che l'economica piquette del supermercato. Fortunatamente, questo non lo è non pericoloso per la saluteanche se in alcuni casi potresti avvertire dolori di stomaco, mal di testa o nausea e vomito.

READ  Ryu Hae-ran è l'unico leader davanti a Nelly Korda e Brooke Henderson al campionato Chevron

Per evitare di rovinarvi la degustazione e limitare i dolori di pancia, imparate a riconoscere un vino tappato.

Come riconoscere un vino tappato?

come individuare il vino tappato e riconoscerne il gusto
Crediti: iStock

Il tuo senso dell'olfatto è il tuo primo rilevatore!

L'odore del tappo e del succo può aiutare a individuare un vino tappato. Sentiremo quindi a odore polveroso di cartone bagnato, sottobosco umido, di muffa o addirittura di muffa. Quel vecchio odore di soffitta sarà il tuo primo segnale di avvertimento. Non giudicate però il vino solo dall'odore del suo colore, perché alcune bottiglie possono avere un profumo particolare. Inoltre, quando non si sa molto di questo prodotto della vite, si può facilmente dare un giudizio sbagliato!

La prova visiva e la prova del gusto per confermare le vostre prime impressioni

Versare un bicchiere e osservare il liquido. Un vino tappato a volte lo è più scuro del normale. Può anche avere a aspetto velato, anch'esso segno di cattivo auspicio. Poi è il momento della degustazione. A volte si dice che “ il vino parla attraverso la bocca « . È ora di mettere alla prova questo detto! Infatti, un vino contaminato dal tappo avrà a amarezza forte, piuttosto sgradevole. In bocca sentiremo poi un'astringenza eccessiva, un'acidità e un succo meno fruttato o a retrogusto sgradevole di tappo che ricorda anche il giornale.

Per essere sicuri delle vostre impressioni, sciacquate il bicchiere con acqua senza detersivi e senza asciugarlo (per evitare di aggiungere polvere o detersivi che potrebbero alterare il bouquet aromatico del vino). Lasciare anche arieggiare la bottiglia per un po', oppure lasciarla riposare per un giorno o due prima di testarla nuovamente per essere sicuri di non sbagliarsi sul sapore sgradevole percepito durante i primi sorsi. Se senti ancora il aromi di cantina ammuffita o di funghi o se lo trovi dissolvenzaè che il vino ha effettivamente un sapore di tappo.

READ  Come pulire e disinfettare un forno a microonde: 7 suggerimenti chiave

Possiamo salvare un vino tappato? 4 consigli per recuperarlo

vino tappato
Crediti: iStock

Il vino è costoso. Quindi è un vero crepacuore sprecarlo e dover svuotare la bottiglia nel lavandino! Fortunatamente, a volte possiamo salvarlo se il sapore del tappo non è troppo forte. Questi suggerimenti non sono sempre magici, ma a volte possono essere sufficienti. Quindi vale la pena testarlo.

Aerare il vino tappato per migliorarne il gusto

Durante la degustazione potrete trasferire il vino in una caraffa per qualche minuto. Il fatto di ventilarlo a contatto con l'aria a volte è sufficiente ridurne l'odore. Tuttavia, la decantazione non sempre funziona e talvolta può accentuare i difetti del vino.

Pellicola plastica da cucina per risparmiare vino

Lasciate macerare il vino in una caraffa alla quale aggiungerete pellicola trasparente. Questa pellicola di plastica verrà quindi catturare il gusto di sughero e conferiscono al vino il suo sapore caratteristico. Lascia riposare la plastica per un'ora, quindi assaggia nuovamente il vino.

Usare il vino in cucina

Se il vino ha un forte sapore di tappo, lo è rischio di dare un sapore strano alle pietanze. Se invece ha un solo gusto appena percettibile di cappello, possiamo considerarne l'utilizzo in cucina. Coq au vin, manzo alla bourguignonne, salsa al vino, marinata… le opzioni non mancano! Se nella ricetta vengono utilizzate anche erbe o spezie, ciò limiterà ulteriormente il gusto di tappo.

Chiedi di cambiare bottiglia

Che sia con il cameriere se sei al ristorante o direttamente con l'enologo se sei a casa, puoi gentilmente richiederne la sostituzione. Essendo questo problema comune anche tra i grandi vini, forse vincerai la tua causa! Vale sempre la pena provare…



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *