Con solo due qualificate per le Olimpiadi, la lotta francese sarà molto ridotta a Parigi



Non c’è bisogno di fare calcoli intelligenti per capire che il rapporto non è buono. Basta un semplice sguardo. 2 su 288. Non è pesante. Con solo due qualificazioni sui 288 lottatori previsti dal 5 all'11 agosto all'Arena Champs-de-Mars, il wrestling francese sarà molto ridotto in forza quest'estate alle Olimpiadi di Parigi, con l'effetto « Home Games » che non funzionerà questa disciplina storica.

Anomalia del programma olimpico, la lotta è uno dei pochi sport in cui la Francia non ha beneficiato di alcuna quota garantita grazie al suo status di paese ospitante. Nessun privilegio, la qualificazione passava dal campo e solo dal campo.

“L’equità non è rispettata rispetto ad altre discipline. Questo dovrebbe valere per tutti, non vedo perché certi sport abbiano il diritto di ospitare quote paese e non noi. »

Yvon Riemer, manager della squadra francese

“È ovviamente una grande delusione, non lo nasconderemosi rammarica Patrick Vazeilles, direttore dello spettacolo della FFLutte. Era un'atmosfera molto particolare, una competizione dove si gioca tutto così a volte per niente, richiede qualità mentali molto forti. Per alcuni che stavano vivendo la loro prima esperienza di qualificazione olimpica, forse sono stati presi dall'evento e dalla posta in gioco. L’obiettivo di Parigi 2024 è molto ambivalente. È allo stesso tempo una motivazione quotidiana incredibile, ma quando ti trovi in ​​una competizione così dura devi saperla gestire, la voglia di non perderti i Giochi di Parigi non deve prendere il sopravvento. E sfortunatamente per alcuni è stato così. »

READ  L'ala del Bayern Monaco Kingsley Coman torna alle corse

Solo 16 lottatori gareggiano per categoria alle Olimpiadi

Dall'inizio della campagna di qualificazione, Yvon Riemer, l'allenatore della squadra francese, non ha mai smesso di sottolineare un punto: nella lotta, la parte più difficile non è necessariamente vincere una medaglia ai Giochi, ma qualificarsi. “Quando vediamo il numero di vincitori di medaglie europee, mondiali e persino olimpiche che resteranno a casa a guardare le Olimpiadi in TV, è semplicemente enormedice Riemer, mentre tra le fila francesi, il campione del mondo greco-romano 2023 Ibrahim Ghanem fa parte di questa lunga lista di assenti degni di nota. E' triste e soprattutto molto dura per gli atleti. Ma non siamo gli unici. Ad esempio, se prendiamo il freestyle e la lotta greco-romana, paesi come Danimarca, Croazia, Svezia o Norvegia, con lottatori molto bravi, medagliati regolarmente nei Grandi Campionati, non hanno qualificazioni. Romania, uno. Bulgaria e Ungheria, due. È così difficile. »

In un contesto di regolare aggiunta di sport ai Giochi Olimpici deciso dal CIO, la lotta deve lottare adeguatamente per preservare il suo posto nella quindicina olimpica. L'arrivo del wrestling femminile nel 2004 ad Atene ha distribuito anche le medaglie, risultando in sei categorie di peso per stile. Il programma olimpico diventa serratissimo con sedici qualificati per categoria, la competizione inizierà direttamente agli ottavi.

“Abbiamo due qualificazioni che hanno reali pretese e potenziale per i titoli olimpici, faremo di tutto per metterli nelle migliori condizioni quel giorno. »

Patrick Vazeilles, direttore dello spettacolo della FFLutte

“I riflettori non saranno puntati sul numero dei francesi coinvolti ma sui risultati di Koumba e Mamadassa, spera Vazeilles. Non ripeteremo la storia, inevitabilmente rimarremo delusi ma passeremo molto velocemente alla preparazione finale fino ai Giochi. Abbiamo due qualificate che hanno reali aspirazioni e potenziale per i titoli olimpici, faremo di tutto per metterli nelle migliori condizioni quel giorno. »

Quattro volte medaglia mondiale e leader della squadra francese già da diversi anni, Larroque (25 anni) sarà inevitabilmente attesa con ansia per la sua seconda partecipazione olimpica. Sylla (30 anni) parteciperà ai suoi primi Giochi e cercherà di salire sul suo primo podio in un Gran Campionato. Sperando, questa volta, di lasciarsi trasportare dallo spirito degli “Home Games”.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *