Conservare gli avanzi: 8 errori da fare assolutamente


Se è stata preparata una quantità eccessiva di cibo, potrebbero rimanere delle porzioni dopo il pasto. Non è niente di grave (anzi, perché ti aiuterà per i giorni a venire in cui non avrai voglia di cucinare o semplicemente non avrai tempo). Ciò però implica necessariamente sapere come conservare e conservare gli avanzi di cibo. Per evitare sprechi alimentari e preservare la freschezza degli alimenti in tutta sicurezza, è assolutamente necessario evitare questi errori che ne pregiudicherebbero la conservazione ottimale. Scopri come prolungare la vita dei tuoi piatti preparati quotidianamente preservandone il sapore e le qualità nutrizionali! Niente più rischi di intossicazione alimentare…

Errori di conservazione da vietare in futuro

Errore 1: mettere il cibo caldo nel frigorifero

Hai appena finito di cenare e gli avanzi sono ancora caldi? In questo caso, lasciali fare farli raffreddare bene prima di metterli nel frigorifero o nel congelatore. In effetti, questo punto di calore in un ambiente freddo lo farà promuovere una maggiore crescita batterica. Inoltre, queste variazioni di temperatura potrebbero compromettere la corretta conservazione degli altri alimenti ivi presenti. Infine, in un dispositivo che produce freddo, ciò può causare a consumo eccessivo per rimanere in temperatura. Tanto da lasciare la bolletta energetica molto alta alla fine del mese… Se hai intenzione di congelare, puoi anche mettere il cibo cotto in frigorifero qualche ora prima di metterlo nel congelatore.

Errore 2: scongelare e ricongelare i piatti

congelamento di prodotti congelati congelati, conservazione nel congelatore
Crediti: iStock

Se un pasto cucinato è già stato congelato, non è possibile ricongelarlo successivamente. Una volta usciti gli avanzi dal congelatore, mangiateli velocemente e non ricongelateli se superate il tempo di consumo consigliato sulla confezione. Se invece si tratta di carne cruda, si può prendere in considerazione cuocetelo prima di rimetterlo cotto in freezer.

Errore 3: conservazione a lungo termine all'aria aperta

È molto comune non finire il piatto e lasciarlo per un po' sul piano di lavoro o sul tavolo, soprattutto quando si è in compagnia e il pasto si trascina, aiutato da accese discussioni. comunque, il cibi cotti o crudi che rimangono a temperatura ambiente si trasformerà rapidamente in nidi di batteri con il risultato di dolori di stomaco, addirittura nausea e vomito la prossima volta che si vorrà consumarli. Per una sicurezza alimentare impeccabile, non aspettare più di due oreche darà anche il tempo ai cibi sfornati di raffreddarsi, se necessario.

READ  Il Regno Unito testerà una nuova bomba nucleare senza farla esplodere

Errore 4: conservazione senza un buon imballaggio

conservare alimenti freschi e avanzi in una scatola di vetro contenitore di vetro
Crediti: iStock

Sia nel frigorifero che nel congelatore, un bene confezione ermetica Est indispensabile conservare correttamente i prodotti. Fornite quindi scatole ermetiche e clip (o anche mollette) per chiudere i pacchi. Un prodotto ben sigillato si manterrà in modo ottimale. Inoltre non esitate a farlo coprire i piatti con un impacco di cera fatto in casa. Questo, infatti, ne migliorerà la conservazione e rimanendo “all’aria aperta” potrebbero modificarne l’aspetto. La protezione consentirà una migliore conservazione e un gusto e una presentazione intatti.

Attenzione, però, non riciclare i vasetti di yogurt o margarina in scatole per conservare gli avanzi. Possono infatti degradarsi nel tempo e sono incompatibili con il microonde e la lavastoviglie. La cosa migliore è quindi semplicemente optare per una scatola di plastica senza BPA oppure, meglio ancora, per un contenitore di vetro. Più durevole e non dannoso per la salute, quest'ultimo resisterà infatti al calore e ai lavaggi.

Errore 5: aspettare troppo a lungo per congelare il cibo

Se hai comunque intenzione di congelare determinati alimenti, non ha senso metterli prima nel frigorifero. Preferisco infatti congelarli subito dopo l'acquisto congelarli in condizioni ottimali. Se non sei sicuro di volerlo congelare, ma è un'opzione, congelalo comunque. È infatti meglio conservare il cibo nel congelatore, anche a costo di scongelarlo in frigorifero più tardi, quando ne avrai effettivamente bisogno, piuttosto che aspettare e correre il rischio che si rovini troppo.

Buono a sapersi: se prepari una torta, lasciala raffreddare, poi congelala. Questo renderà il suo sapore ancora più squisito!

Errore 6: non conservare il cibo in buone condizioni

Piatto di antipasti con hummus pita e mezze
Crediti: iStock

Innanzitutto, sia nel frigorifero che nel congelatore, alcuni alimenti possono conservarsi tendono a seccarsi o ossidarsi ! Non parliamo nemmeno dell'insalata, che può appassire se non la prendiamo precauzioni per farla durare. In generale, se si tratta di a mezzo avocado da conservare senza annerire o un hummus che potrebbe andare in rovina, un semplice filo di succo di limone fresco o olio d'oliva può fare la differenza. Questo infatti impedisce il fenomeno dell'ossidazione.

READ  Willy Sagnol (Georgia): “Fare del nostro meglio” a Euro 2024

Errore 7: conservare troppo a lungo prima di consumare

Stai attento non conservare gli avanzi troppo a lungo, perché guarda caso hanno anche una data di scadenza (anche con una buona confezione). Per divertirti senza ammalarti o perdere la qualità nutrizionale dei tuoi piatti, evita di mangiare conservare gli avanzi cotti nel congelatore per più di due o tre mesi. E per mantenere il pesce saporito e sodo senza alterazioni del gusto, non supereremo i cinque mesi (contro i quattro degli insaccati). In effetti, solo congelamento lenta proliferazione batterica e deperibilità degli alimenti. Quindi, anche se abbiamo l’abitudine di dimenticare lì i cibi per molto tempo, essi non ci sono non eterno !

Nel frigo, non superare i due giorni per piatti con sughi o panini. Per carne e pesce, concedetevi tre giorni rispetto ai quattro-cinque necessari per la zuppa fatta in casa. Infine, una settimana sarà il massimo per pasta e riso. Per saperne di più ed evitare di commettere ulteriori errori potete scaricarlo e/o stamparlo Termoguida del Ministero dell’Agricoltura, della Pesca e dell’Alimentazione del Quebec (MAPAQ).

Errore 8: utilizzare uno sbrinamento errato

Peperoni surgelati ripieni di carne macinata scongelamento conservazione
Crediti: iStock

Vietare lo scongelamento all'aria aperta e a temperatura ambiente, soprattutto per la carne ! A meno che non si tratti di alimenti che possono essere conservati in questo modo (pane, muffin, ecc.), i germi si sviluppano infatti rapidamente. Se hai tempo, è meglio scongelare tutto nel frigorifero tirando fuori il cibo il giorno prima o anche due giorni prima della cottura. Se non si ha tempo, è possibile immergere il cibo in acqua fredda (con il rischio di renderlo molliccio e insapore a seconda degli avanzi in questione) o nel microonde con la funzione scongelare sapendo che questo rischia di cuocere un po' il cibo. Nel caso del pollo arrosto o anche delle lasagne è possibile scongelarle e poi cuocerle in forno. In tutti i casi, non lesinare sulla cottura per eliminare eventuali batteri.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *