Contro il Rennes, Carles Martinez Novell (Tolosa) ha giocato come Luis Enrique



Sono stati alcuni piccoli passi per Rasmus Nicolaisen, un grande passo per il mantenimento del TFC. Un po' come quelli effettuati due giorni prima dai difensori parigini su richiesta di Luis Enrique, il loro allenatore, contro il Barça (2-3, nell'andata dei quarti di finale di Champions League), Carles Martinez Novell, allenatore del Tolosa, ha ordinato al suo capitano di riposizionarsi sabato sera. Come il PSG, anche il TFC si è ritrovato sotto 0-1. E come per il club della Capitale, questi passi scacciati dai suoi difensori hanno cambiato tutto.

Sono riusciti a invertire il punteggio segnando due gol quasi in rapida successione. Con due sfumature: al Parco dei Principi, Luis Enrique ha aspettato fino all'intervallo per sostituire i suoi giocatori. Al Roazhon Park, Martinez Novell ci ha lavorato dopo una ventina di minuti di gioco. E a differenza dello spagnolo del Parigi. vinse quello di Tolosa.

Cambio di piano di gioco

Partire con un trio assiale Moussa Diarra-Logan Costa-Nicolaisen (da destra a sinistra) francamente non è stata una buona idea. “Volevamo usare Logan (Costa) più nell'asse e passare attraverso i lati per attaccare », ha spiegato Novell, al fischio finale. Il suo piano di gioco gli è tornato in mente come un boomerang, dritto in faccia.

READ  Aurélien Tchouaméni (Real Madrid) vittima di atti razzisti a Maiorca

Sulla destra Guéla Doué approfitta subito della perdita di orientamento di Nicolaisen per superarlo. Sulla sinistra, Désiré Doué ha giocato sulla fascia destra Christian Mawissa Elebi, poi ha approfittato della mancanza di anticipazione e di copertura di Diarra per aprire le marcature (20°). Osservazione dell'allenatore del Tolosa: “Quello che avevamo messo in atto non funzionava. Ho preferito cambiare e in quel momento abbiamo pareggiato (22°, Cassere). »

“Da sottolineare la solidarietà della squadra”

Carles Martinez Novell, allenatore del Tolosa

Il secondo gol è frutto del nuovo posizionamento dei tre centrali di difesa, Costa-Nicolaisen-Diarra. È stato proiettandosi dalla fascia sinistra e dopo una staffetta con Gabriel Suazo che Diarra è riuscito a segnare il secondo gol (32esimo). Tornati nella loro zona di comfort, i tre centrali si sono poi assicurati di preservare il risultato di questa quinta vittoria del TFC nelle ultime sei trasferte in Ligue 1 (una sconfitta). Si tratta di uno in più rispetto ai quindici precedenti (cinque pareggi e sei sconfitte). “Da sottolineare la solidarietà della squadra”, sorrise Novell. Anche la velocità con cui il suo allenatore è riuscito a correggere il suo errore.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *