Cosa sappiamo di questo mini titanosauro scoperto in Argentina?


Una nuova specie di titanosauro è stata recentemente scoperta in Argentina, fornendo nuove informazioni sulla diversità dei dinosauri del tardo Cretaceo. Battezzato Titanomachia gimenezi, questo esemplare è notevolmente più piccolo dei suoi famosi parenti titanosauri. Pesa infatti circa sette tonnellate e misura circa le dimensioni di una grande mucca.

I colossi del Cretaceo

I titanosauri sono una famiglia di dinosauri sauropodi. Caratterizzati dalle loro dimensioni immense e dal collo lungo, erano tra gli animali più grandi che abbiano mai camminato sulla Terra. I loro massicci scheletri erano sostenuti da lunghe colonne vertebrali e gambe potenti che permettevano loro di sostenere la loro immensa massa corporea.

Questi colossi preistorici dominarono gli ecosistemi terrestri per gran parte del Mesozoico, in particolare durante il tardo Cretaceo, approssimativamente Da 90 a 66 milioni di anni fa. I loro fossili sono stati infatti scoperti in varie regioni del mondo, in particolare in Sud America, Africa, Asia, Europa e Australia. I loro resti fossili sono stati rinvenuti anche in un'ampia varietà di habitat, dalle foreste pluviali alle pianure aperte.

dinosauri titanosauri cinesi
Illustrazione di diversi titanosauri. Crediti: Orla/iStock

Un piccolo titanosauro tra i grandi

Trovato in rocce risalenti a quasi 70 milioni di anni fa, Titanomachia gimenezi aveva una morfologia unica che lo distingueva dagli altri titanosauri. Innanzitutto, le dimensioni di questo titanosauro erano notevolmente ridotte rispetto agli altri membri della sua famiglia. Con un peso di circa sette tonnellateera circa dieci volte più piccolo di alcuni dei più grandi titanosauri scoperti fino ad oggi.

Inoltre, i fossili di Titanomachia gimenezi rivelato caratteristiche anatomiche uniche che lo differenziano dagli altri titanosauri. Ad esempio, la morfologia dell'astragalo, l'osso che distribuisce la forza dalla tibia all'interno del piede, era diversa da quella vista in altri membri della sua famiglia. Questa struttura mostrava tratti intermedi tra i lignaggi Colossosauria e Saltasauroidea, evidenziandone l'importanza evolutiva e rendendola un esemplare unico e prezioso per i paleontologi.

READ  Bochum ha nominato Heiko Butscher allenatore

Inoltre, i fossili, che comprendono arti anteriori e posteriori, nonché frammenti di costole e vertebre, sono stati recuperati dalla Formazione La Colonia nella provincia di Chubut. Questa scoperta segna il primo sauropode di questa formazione ad essere identificatofornendo così nuove informazioni sulla biodiversità di quest’epoca.

Titanomachya gimenezi TITANOSAURO
I fossili di Titanomachia gimenezi. Crediti: Gabriele Lio

Ricercatori Speranza che la scoperta di questo titanosauro fornirà una migliore comprensione dei modelli di estinzione dei dinosauri in Patagonia rispetto al resto del mondo.

Ulteriori studi potrebbero anche rivelare gli impatti dei cambiamenti climatici e delle alterazioni dell’habitat sulla diversità delle specie di dinosauri durante il tardo Cretaceo. L'apparenza di Titanomachia gimenezi potrebbe in particolare segnalare un importante cambiamento ecologico, caratterizzato da una diminuzione delle dimensioni dei titanosauri e da un aumento dell’abbondanza di altri erbivori come gli adrosauri.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *