Cosa sappiamo di questo nuovo pterosauro scoperto?


Gli scavi effettuati dai ricercatori della New Curtin University nel Queensland occidentale, in Australia, hanno portato alla scoperta di nuove ossa fossilizzate risalenti a cento milioni di anni fa. Secondo le analisi sarebbero attribuiti ad una nuova specie di pterosauro. Cosa sappiamo di questo animale?

Cosa sono gli pterosauri?

Gli pterosauri lo erano rettili volanti che fiorì durante l'era dei dinosauri e dominò i cieli per circa 160 milioni di anni. Queste affascinanti creature sono spesso descritte come i primi vertebrati a sviluppare la capacità di volare attivamente e si sono evoluti fino a diventare gli unici vertebrati a volare senza l'ausilio delle piume.

Le loro ali erano effettivamente formate da una membrana cutanea teso tra il corpo e il quarto dito esteso. Questa struttura unica permetteva loro di planare, volare e persino muoversi sul terreno, conferendo loro una grande versatilità nel loro stile di vita.

Questi rettili volanti si sono adattati a un'ampia varietà di dimensioni, che vanno dalla dimensione di un piccolo uccello a quella di un piccolo aeroplano. Gli pterosauri più piccoli, come il Nemicolopterus, avevano un'apertura alare di circa venticinque centimetri, mentre i più grandi, come il Quetzalcoatlus nordamericano, potevano raggiungere un'apertura alare di più di dieci metrirendendoli i più grandi animali volanti di tutti i tempi.

Anche gli pterosauri erano incredibilmente ecologicamente diversificata e occupava una vasta gamma di habitat dalle regioni costiere alle aree interne. Alcuni erano specializzati nella pesca in mare, mentre altri si nutrivano di insetti sulla terra o erano addirittura spazzini opportunisti.

Un nuovo esemplare

I paleontologi hanno recentemente identificato un nuovo membro di questa grande famiglia. Scoperti nel 2021 dal curatore del Museo Kronosaurus Korner Kevin Petersen, si è scoperto che i resti fossili appartengono a un nuovo genere e a una nuova specie ora denominata Haliskia peterseni.

Basandosi sulla forma del cranio, sulla disposizione dei denti e sulla forma dell'osso della spalla, i ricercatori hanno anche identificato l'esemplare come Anhanguerian, un gruppo noto per aver vissuto in tutto il mondo, in particolare in quello che oggi è Brasile, Inghilterra, Marocco , Cina, Spagna e Stati Uniti.

READ  Quando gli esseri umani hanno iniziato a prendere il raffreddore?

Lo scheletro di questo pterosauro è pieno al 22%. L'esemplare comprende mascelle inferiori complete, la punta della mascella superiore, 43 denti, vertebre, costole, ossa di entrambe le ali e parte di una gamba. Sono presenti anche ossa della gola molto sottili e delicate, che indicano una lingua muscolosa utile quando l'animale si cibava di pesci e cefalopodi.

Haliskia peterseni ptérosauro
Le ossa scoperte. Barra della scala = 50 mm. Crediti: Adèle H. Pentland et al./Scientific Reports 2024

Con un'apertura alare di circa 4,6 m, questo pterosauro sarebbe stato un formidabile predatore. Al suo tempo esistevano circa 100 milioni di annigran parte del Queensland centro-occidentale era sommerso, coperto da un vasto mare interno e situato dove oggi si trova la costa meridionale di Victoria.

I dettagli dello studio possono essere trovati in Rapporti scientifici.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *