Cyril Tommasone trionfa ai Campionati di Francia, risultati altalenanti per Mélanie De Jesus Dos Santos



È sempre commovente quando se ne va un grande servitore dello sport. A 36 anni, Cyril Tommasone, vicecampione del mondo con pomo nel 2011, 4° alle Olimpiadi di Tokyo su questo attrezzo, ha deciso di ritirarsi al termine dei Campionati di Francia. La questione era se si sarebbe ritirato al vertice, davanti al pubblico del Lione, domenica, in queste finali agli attrezzi.

« Dovevo finire a Lione, dove tutto è iniziato, c'era molta pressione »ha spiegato dopo la gara, con una birra in mano. “Il primo di una lunga serielui sorrise, ma questa birra ha un gusto speciale. Non avrei potuto sognare un'uscita migliore. » Perché Tommasone ha vinto il suo decimo titolo di campione francese sul cavallo con maniglie nell'ultima gara della sua carriera.

“Non è ancora il momento di guardarci indietro ma diciamo che nella mia carriera sono sempre stato professionale al 200% quindi non ho rimpianti, confidò. Ci sono stati alti e bassi ma ho dato il massimo. Quindi posso essere orgoglioso di tutto ciò. » Adesso è il momento della carriera da allenatore. “È giunto il momento di trasmettere i valori di questo sport in particolare. » Quando si alzò dal campo, tutti i suoi avversari stavano aspettando di stringergli la mano.

READ  Euro 2024: Deschamps convoca Bradley Barcola, Ferland Mendy e N'Golo Kanté nella lista della Francia

Per Mélanie De Jesus Dos Santos non è ancora arrivato il momento di andare in pensione. Anzi, tra poche settimane vivrà a Parigi, in occasione dei Giochi Olimpici, che potrebbero rappresentare l'apice della sua carriera. Nonostante avesse saltato gli Europei, venerdì ha vinto la sua prima competizione a tutto tondo ai Campionati francesi dal 2019 lanciando il suo programma di giochi per ciascun apparecchio. È tornata questa domenica in un gremito centro sportivo di Gerland per le finali degli attrezzi.

Come venerdì, è partita tesa sulle parallele asimmetriche, dove ha commesso un errore che l'ha rimandata al 5° posto, lei, finalista olimpica su questo attrezzo. “È qui che ho i problemi maggioriammette. E' un apparato che mi stressa. La tuta disegnata per me dal mio trainer Laurent Landi mi sta benissimo. Devo lavorare su questo blocco… Ma so dove ho commesso l'errore, quindi lo correggerò. »

“Ha bisogno di lavorare sulla sua autostima su questo apparecchio, concorda l'altro suo allenatore Cécile Landi. Dopo questo errore, era molto turbata. Sono orgoglioso che sia riuscita a rimobilizzare la trave e il pavimento. » Due apparati che lei ha largamente dominato. “Ho ritrovato la calma”, dice De Jesus Dos Santos. Menzione a terra con una bellissima coreografia che dovrebbe infiammare Bercy quest'estate.

READ  Settimana negativa per l'Aston Villa, battuta a Brighton



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *