Dallas rimane in vita nelle finali NBA schiacciando Boston in gara 4


Mancavano tre minuti e diciotto secondi alla fine quando i cinque titolari di Boston furono richiamati in panchina e non tornarono più in partita, lasciando junior come Svi Mykhailiuk e Oshae Brissett a mantenere una presenza in campo. Sul +36 per Dallas la partita era definitivamente finita. La cosa più incredibile è che mancavano tre minuti e diciotto secondi da giocare… nel terzo quarto.

C'era davvero un poster in programma questo venerdì a Dallas, con forse un 18° titolo record per Boston al traguardo. Ma non c'era corrispondenza. Evidentemente i Celtics erano arrivati ​​all'American Airlines Center già titolati in testa al punto da dimenticarsi di giocare, il premio per il calo di tensione è andato a Jrue Holiday nel primo tempo. Al contrario, i Mavs avevano fatto una questione d'onore per evitare un spazzare (Sconfitta per 4-0 in una serie).

Ben aiutati dagli adattamenti tattici del loro staff, sia in relazione alle tre sconfitte iniziali in questa finale che nella partita stessa (molto utile l'ingresso in gioco di Dereck Lively II al 3'), i Mavs hanno solo resistito per mezzo quarto prima di allargare il primo gap con un 10-0 (25-14, 9°).



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *