Daniil Medvedev sul ritiro nei quarti di finale di Madrid: « Non so se è molto grave, grave o non grave »



Daniel Medvedev, dopo il suo abbandono (6-4, ab.) a causa di un infortunio all'anca destra contro Jiri Lehecka questo giovedì, nei quarti di finale del Masters 1000 a Madrid: “Al ritorno (nel quarto gioco, 15-0) quando ha servito e tirato al volo e volevo accelerare, ho sentito una sorta di blocco nell'anca (GIUSTO). Non potevo fare sprint, come quando ti sforzi un muscolo o hai uno spasmo muscolare.

Ho chiesto al fisioterapista se la situazione poteva peggiorare se avessi continuato. Ha detto sì se era uno strappo, no se era uno spasmo muscolare. Ho provato a giocare ma la mia testa non mi lasciava andare fino in fondo, così alla fine del set mi sono detto che se volevo continuare avrei provato a correre verso rete per vedere cosa succedeva se non avessi sentito niente , ho provato ad andare un po' più in profondità. E quando ho sprintato, ho sentito dolore. Quindi mi sono detto che non aveva senso continuare.

« Sono un po' deluso perché ad inizio partita mi sentivo bene »

All'inizio ero all in e sono un po' deluso perché all'inizio della partita mi sentivo bene, sentivo di essere entrato bene. E, molto rapidamente, per me tutto finì. È un peccato. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *