Daniil Medvedev vince contro Hamad Medjedovic e accede agli ottavi di finale a Roma



Il detentore del titolo era sexy. Ma Daniil Medvedev, vincitore del unico titolo della sua carriera sulla terra battuta l'anno scorso a Roma, ha finito per vincere il duello contro il giovane serbo Hamad Medjedovic (20 anni), questo lunedì sera nel terzo turno del Masters 1000 di Roma. Maltrattato, ha impiegato 2h50 per superare, in tre set (7-6(5), 2-6, 7-5), l'ultimo vincitore del Next Gen Masters. Affronterà Tommy Paul, 14esimo al mondo, negli ottavi di finale.

Questa qualificazione, anche se conquistata con fatica, dimostra comunque la tenacia del russo, 4° al mondo, che ha raggiunto gli ottavi di finale di un Masters 1000 per la quinta volta dall'inizio della stagione in altrettanti tornei della categoria. Da notare che sono solo due ad esserci riusciti, nel circuito maschile, con Alexander Zverev.

Da parte sua, Hamad Medjedovic ha preso atto dell'alto livello dopo aver offerto una prestazione importante, e ha contribuito molto a rendere l'incontro memorabile, come un vantaggio sul 5-6, 30-30, mentre Medvedev era a due punti dalla partita. Sfortunatamente per lui, questa brillante mossa non è stata sufficiente per strappare il tie-break, con Medvedev che ha vinto pochi punti dopo. Venendo dalle qualificazioni, Medjedovic aveva già battuto nel turno precedente il terreno Alejandro Davidovich Fokina.

READ  Pierre Lees-Melou (Brest), giocatore dell'anno secondo “L'Équipe”.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *