Daphné Bürki scelta per i costumi delle cerimonie olimpiche di Parigi 2024



Estanguet: “Una piccola parte di follia e audacia”

« Ho visto alcuni costumi e incarnano davvero questa diversità, questa ricchezza; lasciamo dentro universi completamente diversi, viaggeremo in queste cerimonie e i costumi giocano un ruolo importante », si entusiasma Tony Estanguet, nel laboratorio di abbigliamento. “ Ciò che mi è piaciuto è questo pizzico di follia e audacia, è un po’ esuberante, impressionante, spettacolare e allo stesso tempo sentiamo che esiste una forma di storia e narrazione che ha senso. mi piace », continua il tre volte campione olimpico di canoa (C1) che soprattutto non vuole “ interferire nella creazione « . Il boss di Parigi 2024, che aveva promesso i Giochi più green della storia, apprezza anche la volontà dei costumisti di “ recuperare quanti più costumi possibili che abbiano già avuto una prima vita » e offri loro un secondo. “ Non vogliamo che finisca nella spazzatura e quindi, come per gli oggetti sportivi, i costumi hanno tutti una seconda vita », conclude.



Source link

READ  Normandia contro Auvergne-Rhône-Alpes – L’Équipe

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *