David Raum sulla prospettiva di affrontare la Spagna ai quarti di finale: “Mi vedi sudare? »



La Germania dovrà portare Rudi Völler (64) in campo venerdì alla Mercedes-Bank Arena di Stoccarda, se le cose dovessero andare male contro la Spagna? La battuta firmata Joshua Kimmich questo lunedì ha avuto un piccolo effetto ma ha anche detto molto su ciò che La Roja ispira in Germania.

L’ultima vittoria della National Mannschaft contro gli spagnoli in un torneo importante risale agli Europei del 1988, serata in cui venne portata a segno una doppietta dall’uomo che oggi ricopre il ruolo di direttore sportivo della nazionale tedesca. Da allora, la Germania ha perso nella finale di Euro 2008 (0-1), poi nelle semifinali della Coppa del Mondo 2010 (0-1).

L’umiliazione si mescolava a questi traumi di una correzione per 6-0 sperimentata nella Società delle Nazioniil 17 novembre 2020, a Siviglia. “Mi vedi tremare”ha chiesto David Raum, mostrando la sua mano. « Mi vedi sudare? » », continuò, alzando le braccia. Una certa distensione continua ad aleggiare su Herzogenaurach dove la selezione tedesca ha stabilito il proprio campo base.

« Se vogliamo vincere l’Euro, dobbiamo passare attraverso questo (…) Non sono sicuro che nemmeno la Spagna sarà felice di affrontarci a quel punto del torneo »

READ  “C'era emozione, ovviamente”: Kélian Galletier (Perpignan) ha toccato per la sua ultima volta a Montpellier

A fine mattinata era prevista una sessione di autografi presso il negozio Adidas, e la prospettiva di affrontare la Spagna non sembrava smorzare il buon umore della banda di Julian Nagelsmann. “Se vogliamo vincere l’Euro dobbiamo affrontare tutto questoha sottolineato Kimmich. “È una partita importante e non sono sicuro che neanche la Spagna sarà contenta di affrontarci a quel punto del torneo”.

Per molti osservatori, Germania-Spagna è vista come una finale anzitempo, al che Raum ha risposto che anche il confronto Francia-Belgio non era male. L’idea della Nazionale, contro una squadra che aspira come loro al possesso palla, sarà quella di trovare il giusto mix tra la necessità di non esporsi troppo e il coraggio di prendere in mano la situazione per creare problemi. per i giocatori di Luis de la Fuente.

“Lui (Lamine Yamal) non ha ancora 18 anni ma in campo l’età non conta”

Per elogiare la ricchezza del vivaio spagnolo, il terzino sinistro ha preso l’esempio del suo compagno di club, Dani Olmo, 26 anni, pilastro dell’RB Lipsia, confinato a un ruolo di sostituto di lusso nella selezione. « Ci saranno duelli in tutte le zone del campo, sembra emozionante, Kimmich prolungò. Dovremo trovare soluzioni facendo squadra e fare in modo di riuscire a elettrizzare l’atmosfera per portare il pubblico con noi e sfruttare il vantaggio di stare a casa”. Altrimenti ci sarà sempre l’opzione Rudi Völler…



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *