Denver crocifigge i Lakers con un tiro strepitoso di Jamal Murray



La notte dal lunedì al martedì in NBA ha quindi offerto due finali pazzeschi al match. Dopo il successo dei New York Knicks travolgendo i Philadelphia 76ers (104-101) negli istanti finali della partita, i Denver Nuggets hanno battuto i Los Angeles Lakers (101-99) grazie ad un tiro strepitoso di Jamal Murray portandosi in vantaggio per 2-0 nel primo turno degli spareggi. I Lakers dovranno reagire giovedì nella loro stanza per Gara 3.

Da parte loro, i Nuggets possono respirare dopo questa vittoria sulla sirena. E grazie Jamal Murray. È con un tiro da metà distanza dopo un passo indietro e alla sirena che il canadese fa esplodere di gioia il pubblico. «Arena del ballo» prima di essere sepolto dai suoi compagni di squadra. “Mi è mancato molto oggi, i miei compagni mi hanno incoraggiato a continuare a tirare, a sfruttare le mie occasioni. Continuavano a dirmi di rimanere aggressivo. Devo loro questo scatto. I Lakers sono partiti fortissimo, abbiamo realizzato un grande lavoro di squadra”ha commentato il leader dei Nuggets, campioni in carica.

Jokic in tripla doppia, Davis e LeBron a loro agio

Dopo un primo incontro logicamente dominato dai Nuggets (114-103), gli Angelins hanno reagito bene, attaccando duramente la partita portandosi in vantaggio per 59-44 prima di portarsi a 20 punti di vantaggio a metà del 3° quarto (68 -48). Anthony Davis (32 punti, 11 rimbalzi) ha curato l'inizio della partita prima dello spettacolo di a  » Re «  LeBron James onnipresente (26 punti, 8 rimbalzi, 12 assist) a muro, intercetto, schiacciata e 3 punti per contenere la rimonta dei Nuggets.

READ  Arnaud De Lie (Lotto Dstny) vince la Famenne Ardenne Classic per il suo ritorno

Ma Denver ha potuto contare ancora una volta sulla magia di Nikola Jokic per rimettersi in partita. Il serbo ha realizzato una doppia doppia fin dal primo quarto prima di chiudere la partita con una tripla doppia (27 punti, 20 rimbalzi, 10 assist). Grande favorito per la conquista del titolo di MVP, Jokic conferma il suo stato di forma, lui che già era stato l'uomo forte dei Nuggets in gara 1 con una grande doppia doppia (32 punti e 12 rimbalzi).

Nel finale di gara i Nuggets hanno potuto contare anche su Jamal Murray (20 punti, 3 rimbalzi, 5 assist) e sul suo tiro sulla sirena. È stato anche grazie al suo risveglio negli ultimi 12 minuti se i campioni in carica hanno vinto l'ultimo quarto 32 a 20, anche grazie ad alcuni errori dei Lakers nel finale della partita. Lo stesso LeBron James ha avuto l'opportunità di essere decisivo ma ha fallito a 3 punti a 15 secondi dalla fine. Prima che Jamal Murray avesse l'ultimo possesso palla. E non so la differenza.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *