Didier Deschamps prima di Francia-Canada: “Distribuirò il tempo con i cambi che ho”



“Come immagini questa partita contro il Canada (domenica alle 21.15) e che differenza può portarti rispetto a quella contro il Lussemburgo (3-0, mercoledì) ?
È un avversario diverso, che ha una risposta molto più atletica. Questa è la seconda ed ultima prova, distribuirò i tempi con le modifiche che ho, senza correre rischi per alcuni in vista del nostro obiettivo. La gestione del tempo di gioco viene effettuata in base agli elementi e alla situazione di alcuni giocatori.

Probabilmente non lo userò domani per evitare di correre rischi.

Didier Deschamps, su Adrien Rabiot.

Come stanno Adrien Rabiot e Mike Maignan?
Adrien sta meglio, molto meglio, anche se oggi non sarà presente alla seduta collettiva, come Aurélien Tchouaméni. Probabilmente non lo userò domani per non correre rischi, dovrebbe riprendere normalmente la prossima settimana. Mike sta bene, ha attraversato diverse fasi. Per lui è importante giocare la prima partita, orientarsi.

Questi infortuni fanno parte della preparazione o ti danno particolarmente fastidio?
Aurélien è arrivato con un infortunio, lo sapevamo. Dayot (Upamecano), era al termine del primo periodo che ha giocato contro il Lussemburgo, e non ci sarà alcun rischio. Adrien, è stato durante una seduta, sono problemi a breve termine da gestire per non correre rischi, come Ousmane che mercoledì non era disponibile perché era febbricitante, con la febbre. Avendo 25 giocatori, lascia un po' più di margine…

READ  Clément Bessaguet vince il bronzo nello sprint olimpico a Monaco

Antonio Griezmann era più vicino alla superficie contro il Lussemburgo. Ti aspetti che sia più decisivo rispetto al Mondiale 2022?
Ha un ruolo importante e più tocca la palla meglio è. Se ce l'ha in area vuol dire che siamo in una posizione alta, tanto meglio. Ha un ruolo nella costruzione del gioco e ha la capacità di essere un centrocampista creativo. Ma sì, abbiamo bisogno della presenza in superficie.

Questa sarà l'ultima partita di Giroud in Francia con i Blues. È previsto un tributo?
Dirigo un collettivo con un obiettivo comune. E' vero che Olivier è in una situazione particolare ma io ho un obiettivo e un gruppo in cui si trova. Questo non mi impedisce di tenere conto di certe situazioni, ma io sono ad alto livello e lo sono anche i giocatori. Altrimenti ci sarà anche l'ultimo allenamento, l'ultima sera, cosa facciamo ogni volta, un festival (sorriso) ? Non sono sicuro che sia lui stesso lì dentro. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *