Diminuito, Renaud Lavillenie non convalida i minimi olimpici a Grenoble



È stata una scommessa audace, che non ha dato i suoi frutti. Ridotto da un infortunio alla coscia sinistra, una lesione dell'aponeurosi a livello dell'ischio, da dieci giorni, Renaud Lavillenie ha tuttavia aggiunto, all'ultimo minuto, una competizione al suo programma: l'incontro del Perche des Alpes a Grenoble questo mercoledì. Obiettivo: darsi una possibilità in più di raggiungere i minimi olimpici (5,82 m).

Altre due occasioni per convalidare la propria presenza alle Olimpiadi

Ma dopo aver superato un'asticella a 5,40 m al secondo tentativo, il 37enne di Clermont ha fallito tre volte a 5,60 m. Ha concluso la competizione al 7° e penultimo posto. Era già a questa altezza che si era rotto i denti durante una competizione organizzata sabato scorso al Museo dell'Aria e dello Spazio di Le Bourget.

Il campione olimpico di Londra (2012) avrà due occasioni per convalidare il suo biglietto per i Giochi di Parigi: sabato a Tolosa e poi tra undici giorni ai Campionati di Francia ad Angers.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *