Donatas Motiejunas, dopo l'eliminazione del Monaco prima della Final Four: “Non abbiamo ancora raggiunto nessun obiettivo”



Donatas Motiejunas, pivot de Monaco, 16 punti e 7 rimbalzi nella partita 5 ha perso contro il Fenerbahçe : “È il basket, eravamo felici l’anno scorso in questo stesso periodo (vittoria nella partita 5 contro Tel Aviv), stasera siamo tristi. Rispetto al Fenerbahçe che ha fatto una partita incredibile. Alla fine sono rimasti più calmi, hanno trovato giocatori aperti e hanno giocato in modo intelligente. Stasera erano migliori.

(Sugli ultimi possessi con zero passaggi) Questa è una domanda per l'allenatore. Questo è il nostro approccio al basket, vinciamo così e perdiamo così. Non sono qui per metterlo in discussione, cerco di fare il mio lavoro al meglio e di aiutare la squadra…

“Spero che la squadra capisca che c’è un solo titolo che possiamo vincere”

Donatas Motiejunas, perno del Monaco

(Sul titolo di campione di Francia come ultimo obiettivo) Se guardiamo alla nostra stagione, non siamo riusciti a vincere nemmeno un titolo. Ci sono molte squadre che non abbiamo preso sul serio e stasera è stato il karma. Non abbiamo vinto una sola Coppa di Francia (Coppa dei Leader e Coupe de France) e non siamo qualificati per le Final Four, quindi non abbiamo ancora raggiunto nessuno dei nostri obiettivi. È doloroso. Spero che la squadra si concentri nuovamente e capisca che c’è un solo titolo che possiamo vincere. »

READ  Iga Swiatek, qualificata alla finale di Madrid: “Soddisfatta di tutto”

Sasa Obradovic, allenatore del Monaco: “La partita è stata decisa sui dettagli. Non posso criticare i miei giocatori, abbiamo giocato una partita fisica ed impegnativa fino alla fine. Era quasi una lotteria, su una palla qui o una decisione là. Abbiamo avuto una grande stagione ma ci manca quel timbro (un titolo). Dobbiamo concentrarci su altri obiettivi e difendere il nostro titolo di campione.

(Sugli ultimi possedimenti) Concludiamo così le partite, diamo la palla a uno dei nostri creatori (Élie Okobo alla fine dei tempi regolamentari e durante i supplementari) segnare o prendere la decisione giusta. Sì, forse si poteva optare per i tiri liberi, ma ognuno può dire cosa si sarebbe dovuto fare dopo. Il rammarico riguarda più alcune situazioni in cui avremmo potuto segnare il break essendo migliori ai box-out (lotta di rimbalzo). »

“Tutti possono dire cosa si dovrebbe fare dopo”

Sasa Obradovic, allenatore del Monaco

Amine Noua, ala forte francese del Fenerbahçe: “Era insopportabile, non avevo mai vissuto una partita con così tanta emozione (13esimo uomo, alla fine non era a referto). Sono così orgoglioso della squadra, del nostro viaggio. Abbiamo lottato come cani, è incredibile pensare che giocherò la mia prima Final Four (ha iniziato la stagione all'Hapoel Holon e poi al Tortona in Italia prima di essere testato e poi mantenuto dal Fenerbahçe). Nick Calathes (autore degli ultimi due canestri da tre punti), è uno dei più grandi giocatori, stare con lui ogni giorno è incredibile. E lì realizza forse i due colpi più importanti della sua carriera.

READ  La squadra maschile francese è incoronata campione d'Europa a squadre

(Sulla reazione dopo gara 4 persa venerdì) Avevamo messo così tanto in questa partita a 4, è stato un duro colpo, è stata dura ma il giorno dopo ci siamo mobilitati di nuovo, siamo andati avanti. Sapevamo come batterli, lo avevamo già fatto. »



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *