Dopo il disastro, Thierry Neuville limita i danni al rally della Sardegna


“Niente di cui essere orgogliosi. » Questo, in sostanza, il messaggio lanciato domenica da Thierry Neuville al termine del Rally di Sardegna. Il belga non aveva ancora digerito l'errore del giorno prima che gli aveva fatto perdere un terzo posto che era alla sua portata. Ma domenica il pilota della Hyundai è riuscito a limitare i danni sfruttando appieno la nuova scala di punti.

Riacquistando la massima velocità e approfittando di una posizione su strada più vantaggiosa rispetto alle altre giornate (soprattutto con il poco vento e la polvere che ristagnava al mattino), ha fatto bene, prendendo i 12 punti a disposizione.


In Campionato l'errore gli è costato solo sei punti, essendo arrivato in Sardegna con 24 punti di vantaggio su Evans e uscendo con 18 punti di margine sulla coppia composta da Evans, ancora fiacco, eOtt Tanak. Il ritorno alla lotta dell'estone, dopo un inizio di stagione deludente, è forse la “brutta” notizia del fine settimana per l'attuale leader. Il campione del mondo 2019 si sta ritrovando sempre più al volante della Hyundai i20 che sta riscoprendo dopo un anno alla M-Sport Ford e, soprattutto, arrivano eventi con profili che gli si addicono, come Lettonia e Finlandia dopo la Polonia.

READ  Ferito a una coscia, Thomas Jordier a riposo per “almeno sei settimane”



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *