Due mammiferi del Giurassico svelano i segreti dell'evoluzione delle nostre orecchie


Recentemente sono state scoperte due nuove specie di mammiferi primitivi del periodo Giurassico. Gettano una luce affascinante sull'origine e l'evoluzione dei nostri sistemi uditivi. Queste scoperte sono state oggetto di due pubblicazioni separate che aprono una finestra sul lontano passato della nostra storia biologica.

Due nuovi mammiferi primitivi

Durante l'era dei dinosauri, i mammiferi erano già presenti sulla Terra, sebbene fossero molto lontani dalla diversità e dalla complessità che osserviamo oggi. I loro corpi erano spesso piccoli e adatti ad una vita discreta. Occupavano anche nicchie ecologiche notturne o sotterranee per evitare la competizione con i rettili dominanti e si nutrivano generalmente di insetti, piccoli rettili o piante.

I paleontologi hanno recentemente identificato due nuove specie di questi mammiferi giurassici. Questi due esemplari, che si assomigliano donnole moderne, sono straordinariamente ben conservati. Una delle nuove specie, denominata Feredocodon chowi, appartiene a un tipo di antico mammifero chiamato shuotheriid. È stato scoperto in un sito fossile del Giurassico medio in Mongolia. Le altre specie, Dianoconodon youngiassomiglia più da vicino a un tipo di antico mammifero chiamato morganucodon ed è stato trovato nel biota di Lufeng del Giurassico inferiore della Cina.

Far luce sull’evoluzione del sistema uditivo

La conclusione è che queste due specie hanno caratteristiche distintive nelle mascelle e nelle orecchie, rivelatrici tappe intermedie cruciali nell’evoluzione dell’udito nei mammiferi. In effetti, i loro fossili suggeriscono che l’articolazione della mascella si sia evoluta gradualmente verso la specializzazione per l’udito, segnando un punto di transizione nella storia evolutiva delle orecchie dei mammiferi.

READ  Esteban Ocon (Alpine), dopo il GP del Giappone: “Abbiamo fatto un passo indietro in gara”

Più specificamente, lo studio degli esemplari rivela che entrambe le specie possedevano l'orecchio medio mandibolare (MdME), indicando un'evoluzione verso una funzione uditiva più specializzata. In caso di Dianoconodon youngi, le articolazioni della mascella sembrano aver perso la loro capacità di carico, mentre il suo orecchio interno mandibolare sembra più adatto all'udito. Allo stesso modo, le ossa dell'esemplare di Feredocodon chowi sembrano ancora più specializzati per l'udito.

Questi risultati sono quindi cruciali per la nostra comprensione dell’evoluzione delle orecchie dei mammiferi, poiché ci consentono di comprendere meglio come le nostre orecchie si sono evolute nel tempo. Studiando le fasi di transizione nella storia evolutiva, i paleontologi possono infatti ricostruire il complesso processo di adattamento che ha portato ai sistemi uditivi avanzati che vediamo negli animali moderni.

mammiferi
Uno degli antichi mammiferi. I fossili sono stati scoperti in Mongolia e Cina.
Crediti: CHUANG ZHAO

Una rivisitazione genealogica

IL scoperta del fossile di Feredocodon chowi segna anche un altro progresso significativo nella nostra comprensione dell’evoluzione dei primi mammiferi. Fino ad ora, gli scienziati pensavano che gli shuotheriidi, la famiglia di antichi mammiferi a cui appartiene, fossero strettamente imparentati con i mammiferi moderni. Tuttavia, l’esame del nuovo fossile ha ribaltato questa ipotesi.

I suoi denti ce l'hanno davvero sorprendenti somiglianze con quelle dei dodocodonti, un'altra famiglia di animali antichi. Queste somiglianze suggeriscono che gli shuotheriidi potrebbero essere più strettamente imparentati con i dodocodonti che con i mammiferi moderni. Questa messa in discussione delle relazioni filogenetiche degli shuotheriidi apre nuove prospettive sull'evoluzione dei mammiferi.

Comprendendo meglio le relazioni evolutive tra gli shuotheriidi e altri gruppi di animali antichi, possiamo quindi ottenere preziose informazioni su come i mammiferi si sono evoluti nel tempo. Questa scoperta ci aiuta anche a capire come i mammiferi si sono adattati a diversi ambienti e diete nel corso della storia della Terra.

READ  Tecnologia e tipologie delle batterie: tutto quello che c'è da sapere sulle batterie agli ioni di litio e al piombo





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *