Dustin Poirier parla del ritiro dopo la lotta per il titolo contro Islam Makhachev


L'evento principale di UFC 302 che contrapporrà Dustin Poirier all'attuale campione dei pesi leggeri (-70 kg) Islam Makhachev (32 anni, 25 vittorie, 1 sconfitta, 2 difese del titolo) nella notte tra l'1 e il 2 giugno) potrebbe andare bene essere l'epilogo della lunga e prestigiosa carriera dell'americano. Il nativo della Louisiana aveva già lasciato intendere nelle scorse settimane che gli sarebbe piaciuto finire in bellezza, ritirandosi in caso di vittoria.

Questa volta, Poirier (35 anni, 30 vittorie, 8 sconfitte, 1 nessuna decisione) ha detto al giornalista Shakiel Mahjouri che potrebbe ritirarsi, sia che vinca o perda: “Non ricomincerò a salire la scala. Lo faccio da molto tempo. È uno sport molto egoista. Sono pronto per essere padre e marito, per tornare a casa e adattarmi alla routine (…) Posso ricominciare ma questo mi basta… Questa potrebbe essere l'ultima battaglia. »

Terza occasione per il titolo contro Makhachev

Ricordiamo che « The Diamond » non è mai riuscito a diventare il campione indiscusso della sua divisione, una delle più dure dell'UFC. L'americano però ha già avuto due occasioni per il titolo in passato: nel 2019 contro il russo Khabib Nurmagomedov e nel 2021 contro il brasiliano Charles Oliveira, per due sconfitte per sottomissione contro questi due ottimi grapplers.

Ma è per uno vittoria contro il francese Benoît Saint Denis che si era rilanciato nella corsa per la cintura lo scorso marzo, infliggendo un ko. alle ex forze speciali. Questa chance per il titolo dovrebbe essere l'ultima per il nativo della Louisiana, con la possibilità di diventare una leggenda dell'UFC una volta per tutte.



Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *