E se modificassimo il genoma umano per far scomparire il virus HIV dal corpo?


Secondo uno specialista in malattie infettive la lotta contro il virus dell’immunodeficienza umana potrebbe presto subire una svolta molto importante. Lei pensa che sarebbe possibile intervenire direttamente sul genoma umano utilizzando il famoso Forbici genetiche Crispr-Cas9 per distruggere l'HIV nel corpo.

Effettuare tagli al DNA

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il virus dell’immunodeficienza umana (HIV) resta un grave problema di sanità pubblica in tutto il mondo. Alla fine del 2022 circa 40 milioni di persone convivevano con il virus e dalla sua identificazione nel 1983 ha causato tra 32,9 milioni e 51,3 milioni di morti. Inoltre, trattamento dell’infezione da HIV si basa sulla combinazione giornaliera di più farmaci antiretrovirali (ARV), generalmente tre (triterapia). Tuttavia, questi farmaci impediscono al virus di moltiplicarsi nel corpo. In altre parole, è a condizione cronica controllabile. D'altra parte, il trattamento non elimina il virus.

E se fosse possibile far scomparire completamente il virus dell'HIV nel corpo? In un articolo pubblicato il 19 marzo 2024, la rivista Nuovo scienziato si è chiesto Elena Herrera Carrillo, professoressa e ricercatrice specializzata in malattie infettive presso l'Università di Amsterdam (Paesi Bassi). Tuttavia, secondo l'esperto, esiste la possibilità modificare il genoma umano per uccidere il virus. Con il suo team ha infatti sviluppato un metodo che utilizza Forbici genetiche Crispr-Cas9. Questa tecnica permette di effettuare tagli nel DNA di un paziente per apportare modifiche. Per i ricercatori, la scoperta di questo metodo potrebbe rappresentare un importanza avanzata nella strategia e il trattamento dell'HIV.

e croccante
Crediti: madartzgraphics/Pixabay

Mirare all’HIV dormiente

Si scopre che dopo l'infezione, l'HIV si inserisce nel DNA dei pazienti. Pertanto, qualsiasi svista nell’assunzione degli antiretrovirali può rivelarsi fatale. Il virus potrebbe svegliarsi e diffondersi attraverso il sistema immunitario, con le orribili conseguenze che conosciamo. Prendendo di mira alcuni globuli bianchi, l’HIV indebolisce il sistema immunitario, aprendo così la porta a varie infezioni e malattie COME tubercolosi e alcuni tumori.

READ  Nelly Korda 5 sur 5 !

L'obiettivo del metodo di Elena Herrera Carrillo è quindi quello prendere di mira il virus dormiente e distruggerlo dopo la modifica di alcune sequenze di DNA. Si tratta quindi di una sorta di terapia genica. Inoltre, se per il momento nessun test è stato effettuato sugli esseri umaniil lavoro svolto nei laboratori ha dimostrato che era possibile eliminare ogni traccia del virus.

In attesa di possibili primi test anche su pazienti umani, il metodo sarà presentato al prossimo Congresso Europeo di Microbiologia Clinica e Malattie Infettive che si terrà a Barcellona (Spagna) dal 27 al 30 aprile 2024.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *