Ecco Shooting Star, una vodka francese “infusa di meteoriti”.


Recentemente, una giovane distilleria francese ha iniziato a commercializzare a vodka insolita “infuso di meteorite” per almeno un anno. Secondo il suo ideatore, questa manipolazione avrebbe cambiato il gusto della bevanda.

Una vodka invecchiata in un'anfora contenente un meteorite

Nel mondo degli spiriti, vodka infuse sono abbastanza comuni. Citiamo ad esempio ilAspetto infuso con menta selvatica, il Sbalorditivo infuso alla canapa o addirittura Tarantola infuso con… tarantola. Con sede a Meursault in Borgogna, la distilleria francese Pegasus fondata nel 2020 è all'origine di una vodka chiamata Stella cadente. La sua caratteristica principale è quella di essere il risultato di un'infusione di meteoriti.

Nella scheda prodotto pubblicata sul sito web del marchio, i creatori menzionano tre distillazioni a riflusso lento utilizzando grano biologico e acqua di sorgente locale, e un invecchiamento per un periodo minimo di un anno in un'anfora di terracotta cotta dall'Italia. Soprattutto l'anfora in questione contiene a meteorite sospeso al centro.

Più precisamente Pegaso evoca un “infuso di condrite”, un tipo di meteorite che solitamente è pietrosoauto contenente meno del 35% di metallo. Si tratta però del tipo di meteorite più diffuso al mondo e ciascuna di queste pietre potenzialmente differisce a causa di tutti gli ambienti attraversati prima del loro arrivo sulla Terra. Inoltre, ciascuno firma chimica è diverso.

vodka meteorite
Crediti: Pegaso

Un meteorite scoperto nel 1977

“Vivi l'esperienza esclusiva di degustare questo distillato unico nel suo genere che racchiude l'essenza del marchio Pegasus: una vodka arricchita con l'energia di un meteorite che viaggia per milioni di anni nell'Universo”possiamo leggere nella scheda prodotto.

READ  Questa storica missione SpaceX verrà lanciata il 31 luglio

Interrogato dai media Mashable il 1 giugno 2024, Maxime Girardin, il fondatore di Pegasus, ha spiegato di aver scelto un meteorite con una massa di 10,2 kg scoperto nello stato del Nebraska (Stati Uniti) nel 1977. Si è poi fatto consigliare da un laboratorio esperto nella comprensione della mineralità e dei processi geologici complessi. L'idea di Maxime Girardin era che l'ossigeno contenuto nel meteorite fungesse da legante tra materiali disciolti nella roccia e nella vodka.

Nell'articolo in questione Maxime Girardin cita principalmente un gusto unico, ma ognuno avrà la propria idea. In attesa di assaggiare la bevanda, sappiate che bevande o altri alimenti infusi con meteorite non sono pericolosi. Ricordiamo che alcuni frutti come le banane sono più “radioattivi” più di un meteorite.





Source link

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *